27 anni fa. Una mattina a “I Fatti Vostri”. Il programma di Michele Guardì andava in onda da pochi mesi, ma era già un grande successo. Il merito era anche di quel giovane conduttore, Fabrizio Frizzi, che tornava sullo schermo televisivo di Rai 2 dopo un periodo di “panchina”.

Nei decenni trascorsi ho avuto più volte l’occasione di dichiarargli la mia gratitudine: mi aveva regalato il primo vero successo nella mia esperienza di direttore di Rai 2. Fu l’inizio di una lunga collaborazione che si è trasformata in amicizia.   Lui c’era il giorno in cui inaugurammo il frantoio. Con il suo sorriso e quel suo “meraviglioso” pieno di gioia per la vita.

Sodano Frizzi

Era un uomo buono, leale e generoso. Capace di amare, di essere felice e far sentire felici quelli che lo incontravano, anche attraverso lo schermo televisivo. Forse è per questo che un popolo malato di rancore e di invidia si è sciolto in un abbraccio affettuoso al suo corpo senza vita. Ha tanto amato il suo prossimo che il suo prossimo ne è rimasto stupefatto e davanti al suo sorriso ha scoperto la meraviglia di amarlo: è diventato il suo popolo e ha pianto.

Potrebbe interessarti anche
Previous articleE’ una terapia, un massaggio, una medicina… Ma cosa significa olistico?
Next articleAttività all’aria aperta e giornate divertenti: sai cos’è un parco avventura?
Artigiano, mastro oleario, giornalista e dirigente d’azienda, Giampaolo Sodano è nato a Roma. Prima di vincere nel 1966 un concorso ed entrare in Rai come funzionario programmi svolge una intensa attività pubblicistica come critico letterario e cinematografico. Nel 1971 è giornalista professionista. Nel 1979 è dirigente d’azienda della RAI. Nel 1983 è eletto deputato al Parlamento. Nel 1987 torna all’attività professionale in RAI ed è nominato vice-presidente e amministratore delegato di Sipra e successivamente direttore di Raidue. Nel 1994 è direttore generale di Sacis e l’anno successivo direttore di APC, direzione acquisti, produzioni e coproduzioni della Rai. Nel 1997 si dimette dalla RAI e diventa direttore di Canale5. Una breve esperienza dopo della quale da vita ad una società di consulenza “Comconsulting” con la quale nel 1999 collabora con il fondo B&S Electra per l’acquisizione della società Eagle Pictures spa di cui diventa presidente. Nel 2001 è eletto vicepresidente di ANICA e Presidente dell’Unidim (Unione Distributori). Dal 2008 al 2014 è vicepresidente di “Sitcom Televisione spa”. E’ stato Presidente di IAA. Sezione italiana (International Advertising Association), Presidente di Cartoons on the bay (Festival internazionale dei cartoni animati) e Presidente degli Incontri Internazionali di Cinema di Sorrento. Ha scritto e pubblicato “Le cose possibili” (Sugarco 1982), “Le coccarde verdemare” (Marsilio 1987), “Nascita di Venere” (Liguori editore 1995). Cambia vita e professione, diventa artigiano dell’olio e nel 1999 acquista un vecchio frantoio a Vetralla. Come mastro oleario si impegna nell’attività associativa assumendo l’incarico prima di vicepresidente e poi direttore dell’Associazione Italiana Frantoiani Oleari (AIFO). Con sua moglie Fabrizia ha pubblicato “Pane e olio. guida ai frantoi artigiani” e “Fuga dalla città”.

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here