Bonus papà 2018: cos’è il congedo paternità e a chi spetta?

Bonus papà 2018: cos’è il congedo paternità e a chi spetta?

Il Bonus papà 2018 è un’agevolazione che spetta al lavoratore dipendente al momento della nascita di un nuovo figlio o comunque all’entrata in famiglia di un nuovo componente, adottato o in affido. Rispetto al vecchio regolamento, il Bonus papà 2018 prevede delle novità, scopriamole insieme.

Bonus papà 2018: cos’è il congedo paternità e a chi spetta?

L’agevolazione si distingue in due tipologie diverse: congedo paternità obbligatorio e congedo paternità facoltativo. Quest’ultimo fruibile solo a determinate condizioni. Fino al 2016, la durata del bonus paternità per il congedo obbligatorio, era di 1 giorno lavorativo, mentre per il congedo facoltativo era di 2 giorni.

Bonus papà 2018: cos'è il congedo paternità e a chi spetta?
Bonus papà 2018 (http://www.sheknows.com)

Grazie alla legge di Stabilità è stata modificata la normativa con la legge n. 208, comma 205 art 1 del dicembre 2015 e sono aumentati i giorni di congedo paternità. Nello specifico, la durata del Bonus papà 2018 è di:

  • 4 giorni di congedo paternità obbligatorio (anziché 2 giorni),
  • 4 giorni di congedo facoltativo (anziché 2 giorni).

I periodi di astensione dal lavoro nel bonus papà 2018 variano in base alla tipologia del congedo di paternità richiesto all’INPS, se obbligatorio o facoltativo. L’importo è calcolato tenendo conto dello stipendio percepito durante l’ultimo periodo di lavoro, prima dell’inizio del congedo. L’INPS quindi riconosce il 100% della normale retribuzione giornaliera percepita.

In che modo si può richiedere?

La domanda può essere inoltrata in due modalità diverse:

  • Se l’indennità di congedo paternità è anticipata dal datore di lavoro: il bonus papà 2018 va richiesto in forma scritta direttamente al datore di lavoro, indicando nella domanda la volontà di fruire dell’astensione dal lavoro. Tale richiesta, deve essere presentata con un anticipo di almeno 15 giorni, o data presunta del parto, qualora il papà intenda usufruire dei 2-(5 giorni dal 2018), di assenza al momento della nascita del figlio.
  • Se l’indennità di congedo paternità è pagata dall’INPS: la domanda congedo paternità 2018 deve essere presentata per via telematica all’INPS
  • Tramite Patronato.

Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici




Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.