Hai un cane ed un gatto in casa? Ecco come aiutare i nostri animali domestici questa notte di botti e fuochi d’artificio

La notte di Capodanno per noi è un giorno di festa, ma per i nostri amici animali è un momento di puro terrore. Il forte rumore dei petardi e dei fuochi d’artificio li fa spaventare talmente tanto da fargli perdere l’orientamento e farli vivere ore in completo stato d’ansia. Questa loro reazione potrebbe condurre a conseguenze ben peggiori, rendendoli vittime di incidenti o scomparse! Hai un cane ed un gatto in casa? Ecco come aiutare i nostri animali domestici questa notte di botti e fuochi d’artificio.

Animali domestici e botti di Capodanno

Ecco come aiutare i nostri animali domestici questa notte di botti
cani e gatti e i botti di capodanno (https://www.rentcafe.com)

A Capodanno chi non festeggia proprio sono i nostri amici domestici, in modo particolare i cani. Difatti, i cani, di qualsiasi razza, sono i più sensibili al rumore dei petardi, botti o fuochi d’artificio. Questi deliziosi animali, infatti, sviluppano una reale fobia riguardante determinati rumori. Questo perché il loro udito e percezione dei rumori è triplicato a confronto a ciò che percepiamo noi umani. Dunque, la loro reazione, sarà certamente esagerata ai nostri occhi, tentando di fuggire o assumendo atteggiamenti di estrema ansia. Solitamente, difatti, iniziano ad ansimare, tremare, fuggire o si vanno a nascondere in luoghi impensabili, oppure urinano in giro anche se non è loro abitudine! Queste situazioni possono tramutarsi in veri e propri attacchi di panico.

Ecco come aiutare i nostri animali domestici questa notte di botti

Ecco come aiutare i nostri animali domestici questa notte di botti
Ecco come aiutare i nostri animali domestici questa notte di botti (https://i0.wp.com/www.spottedinely.com)

Ma, dunque, cosa possiamo fare noi umani per proteggere questi nostri amici animali? Innanzitutto, chi ha un animale domestico, in questa serata non deve assolutamente lasciarlo in casa da solo: la solitudine amplierebbe la loro reazione. Ma allo stesso tempo, dovete ignorarlo. Ossia: nel caso in cui si vada a nascondere, lasciatelo li dove si trova, ed ignoratelo, infatti, nel caso in cui durante tale stato di ansia l’animale venga coccolato e rassicurato, verrebbe preso come un premio e continuerebbe a dimostrarsi agitato anche in altri casi di normalità. Di conseguenza, si rischia di recare dei danni soprattutto al nostro amico. Dopodiché, togliete quegli oggetti che poiché disorientati, così come non vanno legati perché nell’agitazone rischiano di strangolarsi con catena o corda. Non lasciateli all’aperto o sui balconi: nel loro stato di shock potrebbero sentirsi disorientati e fuggire perdendosi oppure gettarsi nel vuoto. Nel caso in cui non potete tenere il vostro amico animale in casa, munitelo di ogni dato identificativo: dalla medaglietta al microchip. Potreste accendere TV o radio, in questo modo si attenuano i rumori dei botti e fuochi artificiali.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici




Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome: