Pietro Braga è un ragazzo di origine etiope, adottato da una famiglia di Adria e dunque italiano, ha diciotto anni, è uno studente, oltre ad essere stato un calciatore con alle spalle un’esperienza alla Spal di Ferrara e l’ultimo anno trascorso a studiare e a giocare in California.

Pietro torna in Italia dopo la fine dell’anno scolastico e decide di uscire con gli amici, scelgono di passare la serata al Cayo Blanco ma i buttafuori fanno entrare solo i suoi amici, “blancos” appunto.

Pietro Braga_cacciato_spiaggia_razzismo
Pietro Braga cacciato dal Cayo Blanco perchè “africano”.

“Escluso e umiliato, così mi sono sentito. Non ci volevo credere quando il buttafuori mi ha risposto che aveva avuto ordini dall’alto di non fare entrare gli africani. Ho provato più volte a fargli vedere il documento, a dirgli che sono italiano, che la mia famiglia è di Adria. Ma niente. E quando ho telefonato a mia mamma pure lei era incredula e mi ha quasi rimproverato: “Avrai capito male, vai a riparlargli”, così ho fatto, Ma non è servito.”

Italia, anno domini 2019.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome: