A Roma arrivano 50 mila pecore tosaerba

A Roma arrivano 50 mila pecore tosaerba

Saranno cinquantamila le pecore impiegate per mangiare l’erba in venti parchi romani. Virginia Raggi ha firmato l’accordo con la Coldiretti, precisando: «Ovviamente il metodo dell’ecopascolo sarà utilizzato nelle aree più periferiche, le pecore non verranno in centro». Le pecore pascoleranno «in circa 20 aeree della città, dal Parco degli Acquedotti al Parco del Pineto, da Valle Aurelia alla zona di Tor Crescenza-Acqua Traversa. La soluzione non è del tutto nuova per la Capitale. Già duemila ovini sono infatti all’opera. Al Parco della Caffarella “convivono serenamente con i cittadini”, spiega l’assessora all’Ambiente Pinuccia Montanari. L’accordo, che è stato presentato ieri, riprende iniziative avviate anni fa in alcune altre città. La prima è stata Torino, con l’ex sindaco Sergio Chiamparino che ha introdotto in alcune aree verdi questa iniziativa. In Europa invece è Parigi che utilizza le pecore in zone delimitate». Virginia Raggi: «Roma ha 40 milioni di metri quadri di verde e circa il 40 per cento ha vocazione agricola» [Lillo, Sta].

Weinstein verso l’arresto

«WASHINGTON È l’ora degli arresti per Harvey Weinstein. L’ex produttore di Hollywood, 66 anni, si consegnerà stamattina alla Procura di Manhattan che sta per spiccare un mandato di cattura nei suoi confronti. Weinstein eviterà le manette, ma non le telecamere e l’attenzione di tutto il mondo. Almeno ottanta donne lo accusano di molestie, di abusi sessuali. I magistrati di New York cominciano da due casi. Nel 2004, secondo la denuncia, costrinse Laura Evans a un rapporto sessuale orale, durante quello che sarebbe dovuto essere un provino. Nel 2010, invece, violentò l’attrice Paz de la Huerta, dopo averla invitata nella sua casa newyorkese. Benjamin Brafman, noto avvocato delle cause difficili e che ora difende Weinstein, non ha rilasciato alcun commento» [Sarcina, CdS].

CLICCA QUI e ricevi gratuitamente anteprima completa via mail per un mese


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici




Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.