9.5 C
Roma
domenica 24 Gennaio 2021

Anteprima News A Stromboli si è risvegliato il vulcano. Un morto e un ferito

A Stromboli si è risvegliato il vulcano. Un morto e un ferito

Autore del contenuto

Alle 14.46 lo Stromboli si è svegliato. Una serie di violente esplosioni, le più forti mai registrate dal 1985. Due i trabocchi di lava che sono scesi dalla Sciara del fuoco verso il mare. La caduta di lapilli ha provocato incendi nella zona dei canneti. Per spegnerli sono arrivati i canadair. Diversi turisti, terrorizzati dal boato, si sono lanciati in mare. Altri si sono precipitati sul molo per prendere l’aliscafo. Il bilancio provvisorio parla di un morto e un ferito. Si tratta di due escursionisti che volevano raggiungere la cima del vulcano. Normalmente a quell’ora non dovevano trovarsi lì. Un’ordinanza del sindaco fissa l’orario delle escursioni a partire dalle 17.30. Il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, ha fatto sapere che non ci sono criticità tali da evacuare l’isola ma le persone che stavano alla Ginostra hanno chiesto di essere imbarcate per via della colonna di fumo nero che le aveva costrette a barricarsi in casa.

stromboli

CLICCA QUI e ricevi gratuitamente anteprima completa via mail per un mese






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.