9.9 C
Roma
martedì 18 Gennaio 2022
Che poi, detto tra noi... Amici di Facebook

Amici di Facebook

Autore del contenuto

[GTranslate]

Accettare le amicizie su Facebook mi dà sempre un gran daffare.
Non so voi care amiche in base a cosa accettiate le richieste degli uomini che ve la chiedono (l’amicizia). Al di là del fatto che li conosciate, quindi a quel punto è chiaro che si accetta e via, oppure no, se già sapete che sono degli scassacazzi, per il resto del mondo invece io ho una selezione già provata, il più delle volte funziona e la voglio condividere:

  • NO, a foto profilo con quegli adesivi tipo cuore, alberelli di Natale, stelline e via dicendo… Mi rifiuto.
  • NO, a foto profilo con bocca a culo di gallina e sopracciglia ad ali di gabbiano… NO niente da fare.
  • NO, a foto profilo con i vostri bicipiti in mostra, a meno che non facciate vedere anche il cervello.
  • NO, a foto profilo davanti a  Porsche, Ferrari o Yacht chiaramente non di proprietà ma scattate a Porto Cervo l’estate prima.
  • NO, a foto profilo a mo’ di selfie davanti allo specchio del bagno.
  • NO, a foto profilo che non corrispondano a realtà, voi direte come si fa a saperlo? Un attento stalkeraggio vi permetterà  di trovare la foto dove li hanno taggati e dove non sembrano neanche un lontano parente se non dopo un incidente… ma grave eh!!!
  • No, se la provenienza è dal Kazakistan, non per niente eh per carità, ma se poi mi piaci il caffè dove lo prendiamo in Turchia? No, meglio evitare complicanze amorose già al primo click.
  • NO,  ribadisco NO, se scrivi che sei del Connecticut e poi ti taggano alla sagra della porchetta di Ariccia! Eh no! Su sta cosa non transigo!!
    Che poi se scrivevi che eri di Ariccia, co la foto del profilo col panino con la porchetta, per me avevi già vinto!

Ecco già questo vi permetterà di fare una prima selezione. Può capitare di sbagliare e dargliela (l’amicizia) ma tranquille ve ne accorgerete subito perché 3  2  1  manderà un messaggio su messanger e se non risponderete al primo messaggio, al secondo, al terzo vi scriverà dicendo: “Ma allora, che me l’hai data a fare?” (L’amicizia sempre l’amicizia)… ma si risolve presto, così come gliel’avete data gliela potete togliere! (E spero per voi, che sia stata solo l’amicizia)






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.