E’ diventata virale la bufala che racconta la storia di ragazzo di 23 anni, calabrese, di nome Alfio che avrebbe messo incinta la ragazza e poi di seguito la madre, la soralla e la zia della sua stessa ragazza.

Bufala Alfio e le donne incinta
Bufala Alfio e le donne incinta

Questa è la storia (BUFALA) apparsa in molti social network e non solo:

La disavventura del giovane calabrese comincia quando la fidanzata gli comunica di essere rimasta incinta. La notizia sconvolge il ragazzo al punto da guastare la loro relazione. Il ventitreenne diventa sempre più pensieroso e non riesce più ad avere rapporti sessuali con la fidanzata.

Un giorno la madre della ragazza va a parlare con Alfio e cerca di farlo ragionare, ascoltarlo per comprendere cosa lo turba e magari dargli qualche consiglio. Il giovane, però, crolla in lacrime e lei per istinto materno comincia a consolarlo, ma una cosa tira l’altra ed i due finiscono per fare sesso. Passa qualche tempo e la donna contatta Alfio per dirgli che il loro errore aveva avuto gravi conseguenze: anche lei era rimasta incinta.

Schiacciato dal peso di una responsabilità che nessuno saprebbe come affrontare, Alfio si rivolge alla zia della fidanzata per confidarle quanto stava passando e trovare conforto. La donna non gli nega una spalla su cui piangere, ma come le parenti finisce per commettere l’errore di andare a letto con il ventitreenne. La situazione è paradossale, ma lo diventa ancora di più quando la donna gli comunica che anche lei è rimasta incinta.

A questo punto Alfio esce dal paese e si rifugia in un casolare in cui trova (per pure coincidenza?) la sorella diciassettenne della fidanzata. Il copione è lo stesso delle altre volte, lacrime, un abbraccio ed incontro di sesso passionale. Qualche tempo dopo anche la diciassettenne gli dice di essere rimasta incinta ed il giovane, colto dal panico, fa perdere le sue tracce. Che si tratti di un avvenimento paradossale o di uno inganno ben architettato dalla famiglia (a quale scopo?), la vicenda di questo giovane è diventata virale.

La notizia è stata ripresa anche da diverse testate giornalistiche (il mattino, leggo, dagospia, corriere dell’umbria) a seguito della notizia commentata da Luciana Litizzetto durante il programma di Radio Deejay La bomba andato in onda il 2 dicembre.

Fortunatamente la stessa Litizzetto, intervenuta poi durante la trasmissione Tutorial sempre di Radio Deejay, circa 10 giorni dopo, ha ribadito che si trattasse di una bufala sfuggita di mano e ripresa da alcune testate.



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome: