10.6 C
Roma
domenica 7 Marzo 2021

Anteprima News Chi sono le 2 donne alla guida dell'UE

Chi sono le 2 donne alla guida dell’UE

Autore del contenuto

Si chiama Ursula von der Leyen, è tedesca, medico, ministro della Difesa di Angela Merkel, di cui è una fedelissima avversaria e ora – se il Parlamento non le voterà contro – è il nuovo presidente della commissione europea (il posto che era di Jean-Claude Juncker). Ursula von der Leyen, 61 anni, è figlia di Ernst Albrecht, a lungo presidente del Land della Bassa Sassonia, moglie del medico e imprenditore Heiko von der Leyen e madre di sette figli – il più piccolo ha vent’anni. È stata anche ministro degli affari sociali e del Lavoro, è molto vicina alla cancelliera, ed è iscritta alla Cdu. Il suo nome è piaciuto a molti, anche ai quattro del Visegrad e all’Italia di Conte che ieri mattina aveva rivelato che si augurava di avere una donna a capo della commissione. Piaceva meno ai socialisti ma lo spagnolo Pedro Sanchez non ha detto no.

Christine Lagarde e Ursula Von Der Leyen
Christine Lagarde e Ursula Von Der Leyen

Le altre nomine vedono la francese Christine Lagarde, numero uno del Fondo monetario internazionale, alla guida della Bce in sostituzione di Mario Draghi, il premier del Belgio Charles Michel alla presidenza del consiglio europeo, che ora è di Donald Tusk. L’alto rappresentante degli Affari esteri, al posto della Mogherini, sarà lo spagnolo Josep Borrell. Per presidenza del parlamento si vota domani. In ballo ci sono il bulgaro Sergej Stanišev e l’italiano del Pd David Sassoli per i primi due anni e mezzo. Poi dovrebbe subentrare il tedesco Manfred Weber.

«Nei travagliati anni da ministro della Difesa, l’impeccabile caschetto biondo di Ursula von der Leyen ha finito per somigliare sempre di più a un elmo. Travolta da uno scandalo dopo l’altro – fucili che facevano cilecca, carrarmati ed elicotteri che si surriscaldavano o si inceppavano, consulenze esterne milionarie – “Panzeruschi” come la chiamano i suoi detrattori, ha sempre resistito con un enigmatico sorriso sulle labbra e un’incrollabile fede in sé stessa alle bordate continue dei suoi nemici. I suoi avversari si sono moltiplicati dal 2013, da quando governa la Difesa, e sono riusciti intanto a seppellire le sue aspirazioni a succedere ad Angela Merkel come cancelliera. Ma von der Leyen è l’unica ad aver sempre avuto un ministero di primo piano nei quattro governi Merkel» [Mastrobuoni, Rep]

CLICCA QUI e ricevi gratuitamente anteprima completa via mail per un mese






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.