Perché??? Mi chiedo, perché noi donne ci si debba sbattere così tanto nei preparativi per un appuntamento quando lui si presenterà barba incolta che fa figo, camicia fuori dai pantaloni (copri panza) che fa figo, l’unica cosa curata sarà l’auto (e non lo è certo per te): pulita, profumata neanche una briciola! Una dico… Nella mia auto accanto al muschio puoi trovare la sabbia del mare e anche il mare chiuso nelle mille mila bottigliette sparse.

Comunque dicevamo, e la ceretta, e le sopracciglia, e le maschere di bellezza, Dio mio vogliamo parlare dell’inutilità delle maschere di bellezza? No, perchè, che è inutile, lo sappiamo già, tutte quelle cose scritte: liscia, rimpolpa, riduce… dai su, lo sappiamo, come sappiamo che Somatoline messo una volta l’anno riduce la cellulite allo stesso modo del bombolone alla crema che te sei magnata stamattina, però la facciamo, spalmiamo il prodotto sul viso che si seccherà fino ad impedirci di parlare e proprio in quel momento lui ti chiamerà per accordarsi sul posto e orario.

-“Pronto? Ciao Mari allora ci vediamo stasera?”
-“Su su!!”
-“Come su su?”
-“Nooo, su su ciu vudiumo”
-“Ti senti bene?”
-“Su su”
-“Vabbè ci sentiamo dopo”

Ecco, vogliamo credere a tutti costi che quella maschera funzionerà, speriamo contro ogni speranza. Lo sappiamo, si noi lo sappiamo che non cambierà niente, ma ci fa stare a posto con la coscienza, perché se col tipo non funzionerà, che tu non debba dire mai: “Eh se avessi fatto quella maschera chissà” ecco chiamiamolo eccesso di scrupolo.

E le diete improbabili dal giovedì? Ne parliamo? Con frullati di carote, sedano e zenzero, si signori lo zenzero, oggi fa benissimo, lo abbiamo scoperto e non ce ne priviamo più, lo mettiamo dappertutto tranne che nell’unico posto dove dovrebbe stare, nel dosatore del sapone dei piatti.

Dicevo ci si prepara ad un appuntamento inatteso con diete dell’ultim’ora… che, se sopravvivi, arriverai al sabato con quell’accenno di pancetta in meno che avresti risolto con una puzzetta ben assestata. E poi c’è la scelta dell’intimo che, per carità, è vero che al primo appuntamento mai!!! Anche se lui ti piace tanto, anche se aspettavi questo appuntamento come gli ebrei aspettano il Messia, anche se non vedi un uomo ormai da… da… diciamo da un po’, anche se gliela daresti come se non fosse la tua, NO!!! Non si fa!! Al primo appuntamento possiamo permetterci baci casti, ecco… ché io devo ancora capire… cioè il bacio casto io lo do al mì babbo ma se davanti c’ho lui il bacio può essere solo con la lingua e parecchia pure! Comunque una l’intimo lo sceglie lo stesso perché spajata mai, perché… perché non si sa mai.
Quindi Push up? O essere sincere già da subito? Perizoma o brasiliana? Corpetti o body con quei gancettini simpatici proprio lì? Direi corpetto, il body da indossare solo se esci con Houdini.
E poi arriva il momento del decalogo Sacro, sacrissimo:

  1. Truccarsi ma non troppo
  2. Tirarsela ma non troppo
  3. Dire e non dire (meglio non dire)
  4. Accennare sorrisi e non ridere sguaiatamente
  5. Bere, pasteggiare a piccoli sorsi, non traguggiare
  6. Mangiucchiare, spiluccare non abbuffarsi
  7. Non sbattere lo sportello
  8. Sorridere ad ogni sua battuta scema
  9. Zero paranoie il giorno dopo
  10. I messaggini del giorno dopo con 200 emoticon che gli egiziani nei papiri ci fanno una pippa direi nooo!!! No e no!!! Tutto posso capire tutto, ma i messaggi del giorno dopo no!!! Tagliati le mani, scartavetrati i polpastrelli, butta via il telefono, fatti legare stretta ad un palo se necessario, ma non scrivere tu per prima!!! Ecchecazzo, dopo tutte ste manfrine se nemmeno scrive direi che un bel calcio nel culo e avanti il prossimo.

Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Mariagrazia Censi
Sono Mariagrazia, ho 46 anni sono nata nel mese più bello dell'anno (E qui lascio decidere voi, perché tanto ognuno avrà il suo) ho due figlie, Allegra ed Emma, due bassotti, Romeo e Ugo e un ex marito. Credo di essere una persona come tante, vorrei una casa al mare, una in montagna, viaggiare almeno una volta al mese, mangiare senza ingrassare ed essere felice, spudoratamente felice. Ma, come la maggior parte di voi, ho una casa sola, faccio qualche viaggetto ogni tanto, quando mangio ingrasso e sono solo felice, per lo "spudoratamente" ci sto lavorando. Ps da oggi scriverò su questo magnifico giornale nella rubrica che mi è stata affidata, ora, secondo me, o sono stanchi e vogliono chiudere di già questa testata giornalistica oppure, forse, ciò che scriverò potrà strapparvi un sorriso o una riflessione, per me è già un successo. Ah dimenticavo il nome della rubrica è "Che poi, detto tra noi..."

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome: