13.3 C
Roma
giovedì 28 Maggio 2020

Teatro Naturale Foglie, sansa e acque di vegetazione per la salute dei celiaci

Foglie, sansa e acque di vegetazione per la salute dei celiaci

Autore del contenuto

Nei prodotti alimentari per i celiaci bisogna aumentare la qualità nutrizionale. I costi però sono alti a meno di non utilizzare sottoprodotti ricchi di componenti salutistiche che possano migliorare il contenuto e la biodisponibilità di molecole nutraceutiche.

Dall’università di Sassari giungono notizie interessanti in merito al miglioramento che gli estratti ottenuti dai sottoprodotti della trasformazione delle olive possono portare alla qualità dei prodotti gluten free, innescando un reale percorso di economia circolare. 
Il tutto considerando che questi prodotti sono sempre più richiesti, visto che in base alle stime le persone affette da celiachia sono circa l’1% della popolazione mondiale e l’unico rimedio per combattere la patologia è l’osservanza di una rigida dieta priva di alimenti contenenti glutine.

olio extravergine di oliva estratto a freddo,
Scegli un olio extravergine di oliva estratto a freddo, parola del mastro oleareo (pixabay.com by caropat)

Nel caso dei prodotti da forno come il pane, uno dei metodi per aumentarne la qualità nutrizionale è di utilizzare, insieme alle basi amidacee quali mais e riso, le farine derivanti dai cosiddetti pseudo-cereali, come la quinoa, il grano saraceno e l’amaranto. Queste farine “fortificano” il pane gluten free apportando diversi costituenti normalmente non presenti o presenti in scarsa concentrazione, come ad esempio proteine, steroli e polifenoli, ma hanno anche aspetti negativi: aumentano i costi di produzione e non sempre possono essere aggiunti in concentrazioni elevate in quanto influiscono negativamente sul sapore e sul colore del prodotto.

Un’alternativa agli pseudo-cereali sembra essere rappresentata dagli estratti ottenuti da sottoprodotti delle olive, quali foglie, sanse e acque di vegetazione, che permettono di migliorare il contenuto e la biodisponibilità di molecole attive dal punto di vista salutistico. A questo fine, all’interno del progetto S.O.S. l’unità di ricerca di Sassari sta studiando diverse tipologie di prodotti da forno gluten free, quali pane in cassetta, pane piatto e snack arricchiti con diversi estratti forniti dalle unità di ricerca delle università di Bari e Reggio Calabria che collaborano al progetto.

Sui prodotti da forno sono in corso analisi mirate per verificare il reale miglioramento apportato dagli estratti dei sottoprodotti della trasformazione delle olive. Oltre alla determinazione delle proprietà reologiche dei prodotti intermedi e finali, saranno valutati anche gli effetti dell’aggiunta degli estratti sul contenuto in polifenoli (frazione solubile, insolubile e bioaccessibile), sull’attività antiossidante e sulle caratteristiche sensoriali percepite dal consumatore.







Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.