9.5 C
Roma
domenica 24 Gennaio 2021

Anteprima News Giovedì 22 marzo 2018

Giovedì 22 marzo 2018

Autore del contenuto

Clamoroso
Summer Rayne Oakes, 33 anni, fondatrice di Homestead Brooklin, ha trasferito nel suo appartamento di Williamsburg (New York) 700 piante di 400 specie diverse, motivando la scelta della foresta indoor col bisogno di «dare calore e riportare un po’ di vita all’interno di uno spazio che aveva perso ogni linfa. Adesso le piante mi danno tantissima energia» [Bergamin, Sta]

I giapponesi vecchi si fanno arrestare per non restare soli
I giapponesi vecchi si fanno arrestare per non restare soli. Basta insistere in certi piccoli reati – qualche furtarello in un negozio, per esempio – e ci si può sistemare anche per due anni, due anni e mezzo. I giapponesi vecchi (più di 65 anni) sono circa 30 milioni. Di questi, sei milioni sono completamente soli. Nel 1980 i completamente soli erano un milione, e potevano occuparsene le famiglie. Ma adesso? È gente che non ha nessuno con cui parlare, se c’è qualche parente non si fa mai vivo, i vecchi arrivano con difficoltà a fine mese. «Una ricerca compiuta dalla Keisatsu di Tokyo, la polizia della capitale, nei mesi di giugno e luglio dello scorso anno, appurò che il 24% degli anziani fermati con l’accusa di taccheggio ha citato la solitudine come motivo che li ha spinti a rubare». I carcerati vecchi e soli sono 36 mila, il triplo di quelli che vivevano in cella nel 1998. Un’intera ala della prigione di Onomichi è stata trasformata in reparto geriatrico. Il governo ha investito cento milioni di dollari per dotare Onomichi e altre tre prigioni «di corrimano nei corridoi per aiutare i prigionieri a raggiungere le docce. È stato predisposto un mobile dove i pannoloni per adulti sono impilati ordinatamente, in pieno stile razionalista nipponico. Le guardie sono preparate a fornire assistenza “non tradizionale” ai detenuti, come la gestione dell’incontinenza: lo racconta Satomi Kezuka, ufficiale veterano della prigione femminile di Tochigi, a nord di Tokyo: “Si vergognano e nascondono l’intimo. Io gli dico di portarmelo per farmelo lavare». Dice il ricercatore Taisei Sakuhara: «Alcuni commettono reati più gravi, come l’incendio doloso, per ottenere una condanna più lunga» [Malfetano, Mess].

Duse
Eleonora Duse, che un giorno pretese «un mantello color del lago di Pallanza alle 4 del pomeriggio». Il costumista si portò effettivamente sul lago di Pallanza e manipolò fino a raggiungere il punto d’azzuro richiesto [Lucrezia Dell’Arti Il Novecento è donna Clichy].

CLICCA QUI e ricevi gratuitamente anteprima completa via mail per un mese






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.