10.6 C
Roma
domenica 7 Marzo 2021

Anteprima News I presidi: «Difficile iniziare il 14 settembre»

I presidi: «Difficile iniziare il 14 settembre»

Autore del contenuto

Piogge e temporali su Nord-ovest, Alto Adige, Abruzzo e Sardegna. Sole e nuvole sul resto d’Italia • Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio • Ad Ajaccio vertice dei paesi meridionali della Ue: partecipa Conte • Si riunisce il consiglio direttivo della Bce • La legge elettorale in Commissione Affari costituzionali • In sala il film di Emma Dante • Le sculture di Vincenzo Gemito a Capodimonte • Il film di Giorgio Verdelli su Lucio Battisti (Rai 2) • Tre manifesti a Hebbing su Rai 3 • Il Vangelo di oggi: «Amate i vostri nemici»

I presidi: «Difficile iniziare il 14 settembre»

L’effetto a catena dei ritardi ministeriali e della presenza ingombrante di elezioni e referendum ha già fatto spostare in avanti, in sette Regioni, la riapertura delle scuole. In Friuli si ricomincia il 16, in Sardegna il 22, in Puglia, Campania, Abruzzo, Basilicata e Calabria il 24. Ieri però a Palazzo Chigi, in una conferenza stampa in cui ha voluto accanto i ministri dell’Istruzione, della Salute e dei Trasporti, Giuseppe Conte ha assicurato che «l’anno scolastico comincerà regolarmente il 14 settembre anche se alcune Regioni, nella loro discrezionalità e autonomia, hanno deciso di posticipare». Il premier ha promesso 11 milioni di mascherine e annunciato la guerra alle «aule pollaio». Proprio sul problema degli spazi nelle scuole, la ministra Azzolina ha dichiarato: «Se a giugno gli studenti che erano senza un’aula per via del metro di distanza erano un milione, oggi sono 50 mila.

Questo non significa che non andranno a scuola. Andranno anche senza il metro di distanza ma mettendo la mascherina». Eppure sempre ieri il presidente dell’Associazione nazionale presidi Antonello Giannelli ha messo in fila i problemi di questa ripartenza: «La consegna dei banchi monoposto, gli unici in grado di garantire il distanziamento, è in grave ritardo. Altre due criticità importanti sono quelle delle aule, perché gli enti locali non le hanno reperite ovunque, e l’assegnazione piena dell’organico, ovvero dei docenti da assumere per assicurare il servizio. Se queste difficoltà non troveranno immediata soluzione, è oggettivamente difficile pensare che il termine del 14 settembre sia rispettato ovunque.

Clamoroso
Durante il periodo dello smart working è diminuita drasticamente tra i dipendenti pubblici la produzione di certificati di malattia [Cassese, Foglio].

In prima pagina
• «L’anno scolastico comincerà regolarmente» assicura Conte. Ma già sette Regioni hanno posticipato l’avvio. E i presidi ammettono: «Difficile iniziare le lezioni il 14 settembre»
• A Pontassieve una donna congolese ha aggredito Salvini, strappandogli, al grido di «Io ti maledico, ti maledico», la camicia e un rosario che aveva al collo
• Il giudice ha deciso che i fratelli Bianchi e Pincarelli rimangano in carcere. Va ai domiciliari Belleggia. Per tutti l’accusa resta di omicidio preterintenzionale. A far scoppiare la rissa che ha portato alla morte di Willy è stato l’apprezzamento a una ragazza
• Per una reazione avversa in un volontario, AstraZeneca ha sospeso i test sul vaccino che sta sviluppando con l’università di Oxford
• Un nuovo test rapido capace di dire in tre minuti se si è positivi o meno al coronavirus è stato approvato dal ministero della Salute. Inizia la produzione
• In Italia salgono i tamponi (95.990) e i nuovi contagi (1.434). Dodici morti. Valle d’Aosta unica regione con zero casi
• Dal letto dell’ospedale Berlusconi telefona ai deputati di Forza Italia: «L’esperienza peggiore della mia vita»
• Da lunedì in Inghilterra saranno vietati i raggruppamenti con più di sei persone. Il Messico sta finendo i certificati di morte. In Cina ventiquattresimo giorno senza infezioni locali
• Dopo che la Francia ha deciso di ridurre la quarantena a sette giorni, l’Oms ribadisce la sua posizione: 14 giorni d’isolamento per prevenire la trasmissione del virus
• Il più grande campo per migranti d’Europa, sull’isola di Lesbo, è stato distrutto da un incendio. Tredicimila evacuati
• Un poliziotto e consigliere della Lega a Ferrara è indagato per avere messo like a un post che inneggiava a Hitler
• Il Senato ha approvato la riforma costituzionale che abbassa a 18 anni l’età per eleggere i senatori. Italia Viva non vota in polemica con la maggioranza. Ora il provvedimento passa alla Camera
• In Utah la polizia ha sparato a un tredicenne autistico in preda a una crisi. Il ragazzo è in condizioni gravi
• Nella Gold Coast australiana uno squalo bianco ha sbranato un surfista. Non succedeva da oltre sessant’anni
• Lvmh si tira indietro: rimandata l’acquisizione di Tiffany da parte del gruppo di Arnault. L’ha chiesto il ministero degli Esteri francese
• L’ex ceo di Volkswagen Martin Winterkorn sarà processato in Germania per frode ed evasione fiscale in merito al Dieselgate
• Svolta per la Lega Serie A: via libera ai fondi di private equity. Votata la creazione della media company che gestirà i diritti tv e commerciali
• È morta a 96 anni Cini Boeri, architetta e designer, madre di Stefano, Tito e Sandro
• È morto a 92 anni Amos Luzzatto, chirurgo, scrittore e presidente della Comunità ebraica italiana

Cultura
Libri
Al Maxxi di Roma presentazione di Momenti straordinari con applausi finti di Gipi (Coconino) (ore 19).

Da oggi in libreria

  • L’unica regola è che non ci sono regole. Netflix e la cultura della reinvenzione di Reed Hastings ed Erin Meyer (Garzanti)
  • Anche per giocare servono le regole. Come diventare cittadini di Gherardo Colombo (Chiarelettere).
  • I partiti digitali. L’organizzazione politica nell’èra delle piattaforme di Paolo Gerbaudo (il Mulino).
  • Il gusto della conversazione di Pierre Sansot (il Saggiatore). 
  • Le parole valgono di Valeria Della Valle e Giuseppe Patota (Treccani).

Arte
Apre presso il Museo e Real Bosco di Capodimonte a Napoli la mostra «Gemito. Dalla scultura al disegno» (fino al 15 novembre).

Celebrazione della Giornata iraniana 2020 presso i Giardini dell’Accademia filarmonica romana, a Roma.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.