19.6 C
Roma
lunedì 18 Ottobre 2021

In evidenza Il Covid 19 e un nuovo Feudalesimo

Il Covid 19 e un nuovo Feudalesimo

Autore del contenuto

E’ da un po’ di tempo che i maggiori istituti di credito occidentali, Citigroup, JPMorgan Chase, Goldman Sachse Morgan Stanleystanno studiando la possibilità di trasferire on line non solo il lavoro d’ufficio, ma anche il trading e il rapporto con i clienti.

Sembra che anche altri istituti abbiano già chiesto a centinaia di dipendenti di lavorare da casa in modo da poter “testare” la capacità di gestire in remoto gran parte dell’attività degli sportelli. Sperimentazioni di questo e di altro tipo sono state fatte ancora da più tempo, dalla JPMorgan Chase nelle filiali di Londra, di New York (per la precisione: a Brooklyn) e in New Jersey.

La domanda è: il Coronavirus darà una spinta ulteriore o uno stop ai preparativi per un “cambio di passo”, ovviamente peggiorativo, per la civiltà Europea?

La mia ipotesi è che il potere finanziario di Wall Street e della City, la cui roccaforte è nell’Unione Europea, ci stia preparando il ritorno a un nuovo Feudalesimo che, storicamente, ha sempre rappresentato un evento molto traumatico (e con immani disastri umani) sia al momento della sua nascita sia quello della sua fine. La fine del Feudalesimo tradizionale, quello conosciuto dai nostri avi e dai noi studiato sui libri di storia, è riconducibile alla terribile e cruenta rivoluzione francese di fine Settecento. La sua distruzione condusse a uno strepitoso progresso del benessere collettivo con il sorgere della società industriale. E ciò, per lo sforzo congiunto di imprenditori e lavoratori. In pratica, la ricchezza non era più prodotta dall’esistenza di un latifondo e di una servitù della gleba, anonima, impersonale, considerata alla stregua di un oggetto, una mera cosa materiale di pertinenza del terreno ma da uno o più imprenditori e da masse di lavoratori, impiegati e operai dell’azienda, dotati di autonomia, indipendenza individuale e personalità pensante e operante.

Con la società industriale nascevano diritti importantissimi per gli individui, da quello dell’informazione a quello del Welfaree a tanti altri che è superfluo ricordare. Le avvisaglie per il ritorno, sotto mutate spoglie, di un nuovo e diverso Feudalesimo rimontano a più di un decennio fa. Negli anni Settanta Alain Touraine e Daniel Bell coniavano il termine (probabilmente solo d’involontario significato nefasto): “post-industriale”. Per Touraine (oggi sociologo gauchiste deluso) l’espressione doveva sottolineare la “discontinuità” (parola magica utilizzata di recente anche dal Partito Democratico italiano) rispetto alla società industriale; per Bell, sociologo statunitense di Harvard, il termine andava utilizzato, più positivamente, soltanto per indicare la trasformazione di una società che diventava, soprattutto nel settore terziario, “iper”o “super” grazie all’apporto della Scienza, delle nuove tecnologie e così via.

Il terzo significato rispetto a quello dei due autori, è quello che hanno in mente i Tycoondella Finanza. Normalmente “post” si contrappone a “pre”. Ora, se il termine dovesse essere usato per esprimere il desiderio di un tramonto della civiltà industriale (post) per auspicare un ritornare allo status quo ante (pre), è bene ricordare che la società precedente a quella industriale” era “feudale”.

Tale salto a ritroso nel tempo, è quello che avrebbe in mente l’oligarchia dei “globalizzatori” d’oltremanica e d’oltreoceano per far fare alla Storia un cammino verso un “feudalesimo trasfigurato”, imperniato non più sul latifondo e sui servi della gleba ma sul denaro e sui robot digitali interni al sistema creditizio manovrati da oscuri e anonimi impiegati bancari. La ricchezza si produrrebbe per i banchieri nello stesso modo in cui si produceva, nei tempi antichi, per i signori feudali: invece di latifondo+ servi della gleba, denaro+impiegati robot.

Il Covid19 potrebbe avere un ruolo dirimente: se salterà l’Unione Europea e in suo luogo nasceranno gli “Stati Uniti d’Europa” sul modello nordamericano, un forte potere politico potrebbe contrapporsi, come negli USA e in Gran Bretagna a quello finanziario e… addio sogni di neo-feudalesimo!

Altrimenti, la cricca dei banchieri con l’appoggio dei leader della Sinistra Occidentale (Democratici americani, laburisti inglesi, cristiano-sociali e socialdemocratici eurocontinentali), della Massoneria inglese e statunitense e del sistema mass-mediatico ci regalerebbe un nuovo Feudalesimo, più luminoso e sfavillante, nella forma, di quello medioevale ma ugualmente tetro e cupo, nella sostanza.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.