28.3 C
Roma
sabato 15 Agosto 2020

Anteprima News Il Papa contro Erdoğan su Santa Sofia

Il Papa contro Erdoğan su Santa Sofia

Autore del contenuto

Succede Oggi

Un po’ di pioggia sull’arco alpino. Sole e nuvole sul resto d’Italia. Temperature in diminuzione • Conte incontra la Merkel • Mattarella a Trieste per incontrare Boris Pahor, 107 anni • I funerali di Mauro Mellini • L’ultimo romanzo di Lucarelli • Croneneberg su Iris, Brian De Palma su Nove • il Vangelo di oggi: «Sono venuto a portare non pace, ma spada».

Il Papa contro Erdoğan su Santa Sofia

«Penso a Santa Sofia e sono molto addolorato». In chiusura dell’Angelus Francesco ha condannato la decisione del presidente turco Erdoğan di trasformare di nuovo in moschea Santa Sofia, che fu costruita nel VI secolo dopo Cristo, e rimase per nove secoli una cattedrale cristiana. Dopo la presa di Costantinopoli da parte dell’Impero Ottomano, nel 1453, fu convertita a moschea. Fu poi il primo presidente turco Mustafa Kemal Atatürk a trasformarla in museo nel 1934, nell’ambito della sua opera di secolarizzazione della Turchia. «Una decisione controversa e tanto criticata dalla comunità internazionale, dalle chiese ortodosse e dall’Unesco ma finora non dal Vaticano. L’organismo dell’Onu che tutela i siti d’arte nei giorni scorsi aveva diffuso un comunicato in cui lamentava la decisione unilaterale e inaccettabile della Turchia (per i metodi) di ripristinare il luogo di culto islamico. L’ex basilica bizantina è un sito simbolico, patrimonio dell’umanità e da oggi, probabilmente, non più visitabile nella sua interezza. Quasi certamente verranno oscurati con panneggi anche tanti mosaici inerenti alla iconografia cristiana come il grande Cristo Pantocrator» [Giansoldati, Mess].

«Il Vaticano sa bene che riconvertendo Santa Sofia in moschea si colpisce uno dei luoghi simbolo del tentativo di dialogo non solo fra Islam e cristianità ma anche fra Turchia ed Europa. Ma Santa Sofia è soprattutto il luogo dove venne deposta la scomunica di Roma del patriarca ortodosso nel 1054, l’anno della grande frattura cristiana ancora oggi non del tutto sanata» [Rodari, Rep].

Clamoroso

Riccardino, romanzo postumo con cui Camilleri conclude la vicenda di Montalbano, è stato tirato in 400 mila copie (testimonianza di Antonio Sellerio) [Fiori, Rep].

In prima pagina

• Al M5s non basta la nuova offerta di Autostrade per mantenere la concessione. Domani il Consiglio dei ministri decide. Conte avrebbe scelto la strada della nazionalizzazione e l’estromissione dei Benetton
• «Sono molto addolorato». Così papa Francesco è intervuto sulla decisione di Erdoğan di trasformare di nuovo Santa Sofia in una moschea
• Per la prima volta Trump s’è mostrato in pubblico con la mascherina e ha detto di non essere «mai stato contro», nonostante per mesi abbia dato l’impressione opposta
• L’Oms fa sapere che sono stati superati i 228 mila casi di Covid-19 in un giorno, nuovo record
• In Italia risalgono i contagi. In Emilia Romagna 71 nuovi casi. Per il secondo giorno di fila aumentano, seppur di poco, i ricoveri in terapia intensiva. Ieri nove morti, otto dei quali in Lombardia
• Positivi 28 immigrati sbarcati a Roccella Jonica. Duecento cittadini bloccano la strada per protesta. La governatrice della Calabria chiede a Conte una nave-quarantena. Mille arrivi a Lampedusa
• Il sonetto di Grillo per la Raggi: «Virgi’, Roma nun te merita. Gente de fogna…». Candidatura bis addio?
• A Hong Kong seicentomila persone hanno sfidato la legge e hanno votano alle primarie pro-democrazia
• L’Iran ha ammesso che lo scorso gennaio il Boeing ucraino è stato abbattuto per un errore umano
• Fabrizio Corona, che è ai domiciliari, ha organizzato una festa in casa con cinque amici. Sono arrivati i carabinieri
• Una sedicente fan di Ghali è partita da Benevento, è entrata nella villa del rapper alle porte di Milano e l’ha aggredito insultandolo e spaccando vasi
• Un venditore di rose bengalese è stato gettato da due ragazzi nel Naviglio
• Lewis Hamilton ha vinto il Gp di Formula 1 della Stiria davanti a Bottas e Verstappen. Disastro Ferrari: Leclerc s’è scontrato con Vettel, si sono ritirati entrambi.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.