9.9 C
Roma
martedì 2 Marzo 2021

Anteprima News La misteriosa arma nucleare di Trump

La misteriosa arma nucleare di Trump

Autore del contenuto

Succede oggi

Temporali su gran parte del Nord, sulle regioni tirreniche centrali e sulle isole maggiori. Sole e qualche nuvola sul resto d’Italia • Si riunisce l’Eurogruppo (c’è Gualtieri) • Mozart alla Nuvola • L’ultimo album di Marilyn Manson • Il Festival Verdi di Parma • Shakespeare al Globe Theatre di Roma • Serata teatrale al Maxxi • Il Torinodanza Festival • OnDance a Milano • Paul McCartney e l’11 settembre su Rai5 • Il caso Spotlight su Rai Movie • Su Sky Atlantic il Perry Mason di Tim Van Patten (niente a che fare con i telefilm di una volta) • Il Vangelo di oggi: «Può forse un cieco guidare un altro cieco?»

La misteriosa arma nucleare di Trump

«Ho costruito un sistema nucleare… Un’arma che nessuno ha mai avuto prima in questo Paese. Abbiamo qualcosa che non si è mai visto e sentito. Abbiamo qualcosa di cui Putin e Xi non hanno mai saputo. Non c’è nessuno… Quello che abbiamo è incredibile». Sono frasi che Donald Trump ha detto al mitico giornalista Bob Woodward, quello dello scandalo Watergate, e che sono contenute nel nuovo libro Rage. Trump ha parlato a Woodward di un ordigno operativo, tirando fuori la rivelazione mentre rievocava la tensione con la Corea del Nord nel 2017, quando i due Paesi erano arrivati a un passo dallo scontro. La stampa americana s’interroga: si tratta di una spacconata elettorale? Woodward sostiene di avere avuto da fonti anonime la conferma che la nuova arma esiste davvero.

«Qualcosa di concreto già esiste. Per capirlo bastano le indiscrezioni sull’X37 B, un misterioso drone spaziale su cui Pentagono e Boeing lavorano da anni, uno spazio-plano telecomandato progettato dalla Boeing, lungo nove metri e con un apertura alare di cinque metri. Trova posto sull’ogiva di un normale razzo. Stando alle scarne notizie disponibili gli Usa dispongono già oggi di una flotta di quattro X37-B. Nel 2017 uno di questi ha stabilito il record di permanenza nello spazio volando ininterrottamente per 718 giorni e sorvolando con insistenza Medio Oriente ed Afghanistan. Non è un caso, forse, che esattamente un anno fa nell’anniversario dell’11 settembre, Trump abbia accennato a un’arma capace di fare “10 milioni di morti in un colpo solo” in un paese come l’Afghanistan. Una delle capacità attribuite all’X37-B è, infatti, quella di trasportare e sganciare bombe nucleari senza poter esser intercettato. Ma il super drone spaziale, al di là di un’eccezionale capacità di osservazione garantita da orbite a bassa inclinazione, sarebbe sprecato in una guerra asimmetrica o a bassa intensità come quelle combattute in Afghanistan, Irak o Siria. Come fa intendere Trump rappresenta, invece, un sistema d’arma strategico capace di garantire la superiorità assoluta in un ipotetico scontro con Mosca o Pechino. E non solo per la capacità di mettere a segno attacchi nucleari, ma soprattutto per quella di neutralizzare gli assetti satellitari dell’avversario o incenerire i circuiti elettronici dei comandi nemici. Grazie a un modulo aggiuntivo l’X37-B porebbe esser dotato di un rivoluzionario sistema denominato Sbsp (Space Based Solar Power) capace di convertire il flusso solare in potenza elettromagnetica, in grado d’innescare giganteschi black out accecando i sistemi di difesa e paralizzando la vita civile di intere regioni avversarie. Quella stessa potenza può venir utilizzata per concentrare fasci di micro-onde sulla rete satellitare avversaria innescando dei cortocircuiti e mettendoli fuori uso. Con l’X37 B, insomma, il raggio della morte diventa realtà. E colpisce nello spazio extraterrestre» [Micalessin, Giornale].

Clamoroso
«Domanda cattiva: ma la Merlino e i boldriniani per caso si sono inginocchiati pure per Willy Monteiro? No? Cioè le black lives stroncate dalla violenza e dall’odio razziale so’importanti solo quando va di moda negli Stati Uniti? O magari i politici e conduttori italiani che aderivano alla protesta per George Floyd parlavano al loro ampio pubblico in Maryland e North Dakota?» [Dagospia].

In prima pagina
• Trump ha rivelato a Woodward che gli Stati Uni hanno «un’arma che nessuno ha mai avuto prima, qualcosa di cui Putin e Xi non hanno mai saputo nulla»
• L’Unione europea minaccia Londra di azione legale se non ritira il piano che viola gli accordi sulla Brexit
• La Bce mantiene ai minimi i tassi d’interesse e fa sapere che andrà «fino in fondo» con il piano per l’emergenza pandemica da 1.350 miliardi
• La metà degli insegnanti e del personale non docente ha fatto il test sierologico: i positivi sono 13.000. Significa che nell’altro gruppo che non ha fatto il test ci sono altri 13.000 contagiati che da lunedì entreranno in aula
• Aurelio De Laurentiis ha il Covid. Potrebbe avere infettato altri presidenti della Serie A: ha partecipato al consiglio di Lega pur avendo i sintomi ed essendo in attesa del tampone. Agnelli e Cairo in isolamento
• Ieri in Italia 1.597 nuovi casi e dieci morti per Covid. Salgono i ricoveri in terapia intensiva (+14). Il governo ipotizza di ridurre la quarantena da 14 a 10 giorni
• A una settimana dal ricovero, Berlusconi risponde in modo ottimale alla terapia
• Due ragazzine inglesi, minorenni, hanno subito uno stupro di gruppo durante una festa a Pisticci, in provincia di Matera
• La nipote di Gucci accusa il patrigno: «Mi ha molestato fin da quando avevo sei anni». Lui: «Ha un problema mentale»
• Arrestati per peculato tre commercialisti della Lega
• Bettini vuole Zingaretti sindaco di Roma
• È scoppiato un grande incendio nel porto di Beirut, a poco più di un mese di distanza dall’esplosione che devastò l’area
• Jane Fraser è il nuovo Ceo di Citigroup. È la prima donna a capo di una grande banca Usa
• Gli Stati Uniti hanno revocato il visto a più di mille studenti e ricercatori cinesi
• Sebastian Vettel nel 2021 correrà per la Aston Martin
• Jorge Martín (Moto2) è il primo pilota del Motomondiale infettato
• È morto a 92 anni George Bizos, l’avvocato anti-apartheid che difese Mandela
• È morto a 91 anni Nico Naldini, poeta e cugino di Pasolini

Cultura
Libri
Presso i Chiostri di Santa Corona a Vicenza presentazione di L’intelligenza del lavoro. Quando sono i lavoratori a scegliersi l’imprenditore di Pietro Ichino (Rizzoli) (ore 21). 

Musica
Alla Nuvola di Roma concerto dedicato a Christoph Willibald Gluck e a Wolfgang Amadeus Mozart, eseguito dall’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma diretta da Gianluca Capuano (ore 20).

All’Open Factory di Nichelino (Torino) concerto di Dente (ore 21).

Cinema
Decima giornata della LXXVII Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia: in programma, tra l’altro, la proiezione della pellicola in concorso Nomadland di Chloé Zhao, storia di una donna alla ricerca di un nuovo modo di vivere in seguito al collasso economico della sua cittadina, nel Nevada rurale.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.