9.8 C
Roma
lunedì 4 Dicembre 2023
Anteprima NewsL’ex giudice Ingroia ubriaco in aeroporto

L’ex giudice Ingroia ubriaco in aeroporto

Autore del contenuto

Antonio Ingroia, oggi avvocato e un tempo celebre magistrato (è sua la prima firma nelle indagini sulla cosiddetta trattativa stato-mafia), è stato fermato ubriaco all’aeroporto parigino di Roissy. Gli agenti gli hanno impedito di salire sull’aereo, dato che oggi le compagnie preferiscono lasciare a terra i viaggiatori alticci, causa perenne di problemi una volta in volo. Ingroia non ha opposto resistenza, è stato preso in carico dal consolato italiano e, passata qualche ora, essendo svaniti i fumi dell’alcol, ha potuto imbarcarsi. L’ex giudice ha smentito la notizia, apparsa così come l’abbiamo scritta su tutti i social. «Macché ubriaco in aeroporto – ha detto a Vincenzo Iurillo del Fatto – ero perfettamente sulle mie gambe, mi è stato impedito di salire per un litigio con uno steward, in seguito al quale il comandante ha deciso di non imbarcarmi, ed ora sono in America centrale. Sto proseguendo il viaggio che avevo programmato, sia pure con un giorno di ritardo: ho dovuto pernottare a Parigi e ricomprare il biglietto aereo, tutto a mie spese». «Hanno affermato che avevo bevuto troppo…che poi sarebbero un paio di bicchieri di vino durante il pranzo consumato a terra» [ad Alfio Sciacca, CdS].

«Ingroia era in Francia per la “trattativa” Nero d’Avola-Cabernet Sauvignon» (Vittorio Sgarbi, storico nemico di Ingroia).

«I passeggeri in stato di ebbrezza sono la seconda causa di problemi in volo per i vettori secondo Steades, il database della Iata, l’associazione internazionale che raccoglie la maggior parte delle aviolinee. Il 27% delle denunce complessive inoltrate nel 2017 (ultimo dato disponibile) ha riguardato persone che si sono imbarcate già alticce o che lo sono diventate una volta in alta quota. In alcuni casi sono così fuori controllo da costringere a un atterraggio d’emergenza. Nell’intero anno ci sono state 8.731 segnalazioni di unruly passengers, di viaggiatori problematici. La prima ragione di problemi a bordo è stata la “mancata osservanza delle regole di bordo” come, ad esempio, allacciarsi le cinture di sicurezza (49%). Al secondo posto compaiono gli ubriachi con 2.454 report» [Berberi, CdS].

CLICCA QUI e ricevi gratuitamente anteprima completa via mail per un mese






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.