Succede Oggi

Sole sul Centro-nord e sulle isole maggiori. Pioggia sul Centro-sud • È la Festa degli innamorati • È la Giornata mondiale delle cardiopatie congenite • Felice Maniero a processo per i maltrattamenti alla moglie • Il bicentenario della casa editrice Marietti • La Quinta di Bruckner alla Scala • Il Vangelo di oggi: la nomina dei Settantadue.

Si acuisce lo scontro Conte/Renzi

Ieri pomeriggio Italia Viva ha fatto sapere che non avrebbe partecipato al Consiglio dei ministri convocato per il via libera all’intesa M5S-Pd-Leu sulla prescrizione (la legge che recepisce il cosiddetto “lodo Conte bis”). Conte ha allora accusato Italia Viva di comportarsi «come un’opposizione aggressiva e maleducata. Qui i ricatti non sono accettati». Renzi ha replicato: «Tu puoi cambiare maggioranza, presidente del Consiglio. Sai come farlo, perché lo hai già fatto. Se noi siamo opposizione, voi non avete la maggioranza. Non puoi dire che siamo opposizione maleducata: se vuoi cambiare maggioranza fallo, ti daremo una mano». Prima del Consiglio dei ministri c’è stata una telefonata fra Conte e Sergio Mattarella, seguita da un faccia a faccia tra i due. Il premier sarebbe pronto ad andare avanti senza Italia Viva, anche con il sostegno di un drappello di senatori cosiddetti “responsabili” (in realtà transfughi da altre formazioni politiche che non vogliono rischiare di tornare a casa dopo una crisi di governo ed eventuali elezioni).

Scontro Renzi Conte
Scontro Renzi Conte


«Il premier Conte intende presentarsi alle Camere, verificare la fiducia al governo dopo la defezione dei ministri renziani, sfidare Matteo Renzi a decidere “una volta per tutte da che parte stare”, incassare il sostegno “gratuito” di una pattuglia di senatori moderati e accoglierli in maggioranza per sostituire Italia Viva. Senza passare dalle dimissioni» [Ciriaco-Vecchio, Rep].

«Se Conte cade, Mattarella scioglierà le Camere? Delrio e Orlando avvertono che “dopo Conte ci sono solo le urne”, ma a fine marzo c’è il referendum sul taglio dei parlamentari e votare prima dell’autunno non sembra possibile» [Guerzoni, CdS].

A Maria Teresa Meli Renzi dice che il prossimom premier potrebbe essere Gualtieri, esclude incarichi a Franceschini o a Zingaretti. Altrimenti c’è la soluzione del governo istituzionale con Draghi, che, a suo dire, potrebbe essere sostenuto anche dalla Lega. Intervistato, sempre sul Corriere, da Antonio Polito, Giancarlo Giorgetti ha detto sul punto: «Draghi è il personaggio italiano che in giro per il mondo potrebbe parlare con qualsiasi interlocutore al suo stesso livello. Se dovesse ritirarsi al mare o in montagna sarebbe una perdita per l’Italia».

Clamoroso

Edith Bruck, capitata a parlare di Olocausto in una scuola di Monteverde, disse: «Voglio raccontare di mia madre bruciata in un forno, se non vi interessa potete uscire». Cinque studenti uscirono [a Brunella Giovara, Robinson].

In prima pagina

• Secondo un consulente dell’Oms due terzi della popolazione mondiale potrebbe contrarre il coronavirus. Parte oggi l’aereo che prenderà Niccolò a Wuhan e lo riporterà in Italia. Xi ringrazia Mattarella. Il primo morto in Giappone. A gennaio le vendite di auto in Cina, per effetto dell’epidemia, sono scese del 18%. Nel primo trimestre del 2020, secondo le stime dell’Agenzia internazionale dell’energia, si avrà il primo calo dopo dieci anni nella domanda di petrolio
• La Commissione Europea ha detto che l’economia italiana rimarrà stagnante anche nel 2020
• Sempre più aria di crisi nel governo per il caso prescrizione. Italia Viva non ha partecipato al Consiglio dei ministri di ieri sera in cui è stato dato il via libera al lodo Conte bis. Renzi avverte il premier: «Se cerca una nuova maggioranza lo aiuto». Conte telefona a Mattarella e pensa di andare avanti senza i voti dei renziani
• C’è stato un rimpasto nel governo britannico. Si è dimesso Sajid Javid, il cancelliere dello Scacchiere, ovvero il ministro delle Finanze
• In Antartide la temperatura ha superato i 20 gradi. È il nuovo record
• Ryanair non ha alcuna intenzione di comprare Air Italy
• Nel processo Ruby ter di Siena, l’accusa ha chiesto quattro anni e due mesi di carcere per Silvio Berlusconi
• Chiesta la cassa integrazione per 5.300 lavoratori nel passaggio dei supermercati ex Auchan a Conad
• Huawei è stata accusata dal procuratore federale di Brooklyn di furto di segreti commerciali
• Il Sudan ha accettato di risarcire le famiglie di 17 marinai americani uccisi in un attacco di al Qaida nel 2000
• Il restauro della torre del Big Ben di Londra costerà 18 milioni di sterline in più del previsto
• Argento per l’Italia nella staffetta mista ai Mondiali di biathlon che si sono aperti ieri ad Anterselva
• Milan-Juve di Coppa finisce 1 a 1
• Tennis, Jannik Sinner ha battuto per la prima volta un top ten e ha conquistato i quarti di finale nel torneo di Rotterdam
• È morto a 83 anni lo psicologo Jacques Mehler, uno dei principali architetti delle moderne scienze cognitive.

Cultura e Spettacolo

Al Circolo dei Lettori di Torino presentazione di Regine di Paolo Sciortino (Piemme) (ore 18). Alla Feltrinelli Duomo di Milano presentazione di L’educazione di un fascista di Paolo Berizzi (Feltrinelli), con l’autore, Carlo Verdelli e Francesca Laura Wronowski (ore 18.30). Al Palazzo delle Esposizioni di Roma presentazione di Instant moda. La moda, dagli esordi a oggi, come non ve l’ha mai raccontata nessuno di Andrea Batilla (Gribaudo) (ore 18.30). Concerto di San Valentino al Teatro Dal Verme di Milano (ore 21). Altri concerti: Dodi Battaglia è al Teatro Italia di Roma; i Negrita sono al PalaMazzalovo di Montebelluna (Treviso), i Modena City Ramblers al Teatro Ponchielli di Cremona



Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Giorgio Dell'Arti
Nasce a Catania il 4 settembre 1945. Giornalista dal ’69 a Paese sera. Passa a Repubblica nel ’79: inviato, caposervizio, redattore capo, fondatore e direttore per quattro anni del Venerdì, editore del mensile Wimbledon. Dirige l’edizione del lunedì de Il Foglio, è editorialista de La Stampa e La Gazzetta della sport e scrive per Vanity fair e Il Sole 24 ore. Dell’Arti è uno storico di riconosciuta autorevolezza, specializzato in biografie; ha pubblicato (fra gli altri) L’uomo di fiducia (1999), Il giorno prima del Sessantotto (2008) e l’opera enciclopedica Catalogo dei viventi - 7247 italiani notevoli (2008, riedizione de Catalogo dei viventi - 5062 italiani notevoli, 2006). Tra gli ultimi libri si ricordano: Cavour - Vita dell’uomo che fece l’Italia (2011); Francesco. Non abbiate paura delle tenerezza (2013); I nuovi venuti (2014); Moravia. Sono vivo, sono morto (2015); Bibbia pagana (2016).