9.5 C
Roma
domenica 24 Gennaio 2021

Anteprima News Mauritania: le donne devono essere grasse

Mauritania: le donne devono essere grasse

Autore del contenuto

In Mauritania vanno le donne grasse. Le madri, perciò, appena le figlie compiono sei anni, cominciano a ingozzarlo di couscous e latte di dromedario.

mauritania di moda le donne grasse
Mauritania, photo credit Maxos_dim by Pixabay

Gli uomini del vicinato vengono a vedere e si compiacciono delle loro dimensioni. Ragazza di nome Zouerat: «Mia madre mi teneva sveglia tutta la notte, dovevo ingurgitare cibo senza sosta e se mi rifiutavo poteva tirarmi i capelli fino a strapparli oppure torturarmi i piedi con i bastoni di legno. In fondo, però, ero felice, sentivo che quella era la nobiltà ed ero fiera di tutti quei giovani che venivano a trovare la mia famiglia solo per vedere come ero diventata bella».

La pratica viene detta gavage. La dieta si rinforza anche con gli ormoni che vengono adoperati in veterinaria. Una ragazza magra – è il concetto – testimonierebbe col suo aspetto della miseria in cui la famiglia l’ha costretta a vivere e non troverebbe mai marito.

CLICCA QUI e ricevi gratuitamente anteprima completa via mail per un mese

Anteprima





Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.