Noemi e Norveo due di troppo

Migliaia le persone scese in piazza nelle ultime 48 ore per manifestare contro la violenza. Due gli episodi che, in questi primi giorni di maggio, hanno scosso le coscienze: il ferimento di una bambina di 4 anni a Napoli e l’omicidio di un commerciante a Viterbo, già incupita da una brutta vicenda di violenza sessuale di gruppo. Due crimini efferati di troppo, che hanno scosso le coscienze tanto da portare migliaia di cittadini a manifestare in piazza, in maniera composta, per ridare voce a chi voce non ha più.

Noemi in un letto d’ospedale in condizioni gravi per un regolamento di conti tra clan e Norveo deceduto sotto la violenza di chi gli ha fracassato il cranio per pochi spiccioli. Due vittime di violenze avvenute in pieno giorno sotto gli occhi increduli di tutti, Noemi era in strada con la famiglia e Norveo nel suo negozio, senza timore di essere visti o riconosciuti, senza timore di spezzare una vita. 

Napoli e Viterbo hanno alzato la testa e aperto il cuore, portando in piazza un fiume in piena di lacrime, commozione, coraggio unito in un assordante silenzio, in una notte fredda e buia, illuminata solo dal barlume di umanità e fratellanza che nei momenti disperati ci spinge a cercarci e a stare uniti, in piedi, compatti di fronte alla morte. Mentre gli inquirenti scavano nelle vite dei due esecutori, la stampa racconta al mondo ogni minuzioso dettaglio delle due vicende e la gente si interroga su come si sia potuti arrivare a tutto questo. L’indifferenza per piccole cose ne ha generate di più grandi e mentre siamo distratti dall’uso smodato della tecnologia, il mondo, là fuori, va a rotoli.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Veronica Ruggiero
Giornalista, collaboratrice presso il Gruppo Corriere, oltre che in passato di alcune testate online. Responsabile della comunicazione e addetta stampa per alcune importanti realtà imprenditoriali, musicali, artistiche. Videoreporter per passione. Organizzatrice di eventi. Da sempre amo il giornalismo che per me è uno stile di vita! Il mondo? Un grande luna park da scrutare con gli occhi di un bambino e dal quale attingere materiale originale.... a volte grottesco!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome: