26.1 C
Roma
sabato 15 Agosto 2020

Network Onori ai "Messaggeri dell'Abruzzo nel Mondo"

Onori ai “Messaggeri dell’Abruzzo nel Mondo”

Autore del contenuto

Due presentazioni insolite per il nuovo libro di Dom Serafini: “I Messaggeri dell’Abruzzo nel Mondo”. La prima svoltasi a Pescara il 25 luglio, la seconda a Giulianova il giorno dopo. L’aspetto insolito è stato rappresentato dalla presenza alla presentazione di Pescara, presso la libreria Mondadori, di Paolo Esposito, direttore dell’Università GSSI dell’Aquila ed ex “cacciatore di teste”, che ha descritto il libro come una guida per chi vorrebbe far carriera all’estero. 

L’altro elemento insolito è stato la presenza di alcuni dei personaggi descritti nel libro che a viva voce hanno raccontato la loro esperienza di emigrati (oggi chiamati “fuga di cervelli”). C’è anche stata la lettura da parte della scrittrice Cristina Mosca e del giornalista Claudio Valente dei capitoli su due dei 100 personaggi descritti in questo primo volume (edito dalla casa editrice “Il Viandante” di Arturo Bernava, Chieti) e selezionati tra i 1.000 che Serafini ha portato sulle pagine de “Il Messaggero” negli ultimi 20 anni. La presentazione si è conclusa con un messaggio dell’esperto di emigrazione Generoso D’Agnese ed un rinfresco offerto dall’executive chef  Rosanna De Michele, rientrata a Vasto da New York City e pure descritta nel libro. 

Messaggeri Dell'Abruzzo nel Mondo
resentazione a Giulianova, sei dei personaggi descritti nel libro: da s. a d.: Leonardo Spoladore, Lucrezia Leone, Alessandro Pajewski, l’autore del libro, Andrea Banfi, Laura Orfanelli, Gabriella Moscardelli (mancanti il padre di Marco Iaconetti e Adriano Di Giovanni).

A Giulianova il libro è stato presentato presso il locale Circolo Nautico dal medico chirurgo e nutrizionista Pietro Campanaro, mentre a leggere le esperienze di due personaggi sono stati sempre Cristina Mosca ed il giornalista Walter De Berardinis.

A Pescara erano presenti cinque dei personaggi, provenienti da Germania, Peru, Usa e Belgio (uno rappresentato dal padre). A Giulianova vi erano ben nove personaggi (uno rappresentato dal padre ed uno dal fratello) provenienti da Usa, Gran Bretagna, Emirati Arabi, Hong Kong, Giappone e Venezuela.  






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.