La cosa che mi riesce in assoluto più difficile accettare è non lasciare nulla nelle persone che incrociano la mia vita. Dio questa cosa mi annienta, perché invece io mi ritrovo addosso i pezzi di tutti quelli che ne hanno fatto parte.

Ritrovo un gesto, un sorriso, un profumo, un’emozione. Non dimentico mai niente, non dimentico come mi sono sentita, non dimentico le parole quelle che per me hanno un significato profondo e che non dico a chiunque, non dimentico gli abbracci, le risate, i baci, i silenzi.

Il pensiero invece di essere dimenticata è più doloroso dell’assenza stessa.

Credo di non poter far parte di questo mondo, questo modo così superficiale di vivere.

Tutta la passione che metto nelle cose e nelle persone sembra quasi un problema, tutti che parlano di tattiche, cioè ci sono anche dei video che ti spiegano cosa fare per tenerti la persona a cui tieni o come farti mandare un messaggio!!! Giuro!!! Funziona cosi con la telepatia, tu ti concentri, ti rilassi, sdraiata inizi a pensare intensamente a questa persona e visualizzi ciò che desideri, per esempio che ti scriva o telefoni, la devi pensare come una palla di fuoco all’altezza del tuo terzo occhio e immagini di trasferire questa palla infuocata alla persona a cui hai pensato e lei ti scriverà o chiamerà.

Ecco io penso che la mia palla di fuoco lo abbia colpito in piena fronte e niente fine, nessun messaggio, nessuna chiamata.

Quindi ricapitoliamo, io non devo dimostrarti ciò che sento perché potrei spaventarti? Ma che cazzo sono una malattia? Non posso fare un gesto che ti dimostri che sei importante??? Invece io lo voglio fare, perché tu sappia bene cosa significhi essere amati!

Io sbaglio, sempre… semplicemente perché tendo a raccontarmi troppo, come ora, ma sto cercando di smettere, si si sto prendendo lezioni di stronzaggine e bugie, di tattiche e seduzione.
Prevedo di riuscirci per fine anno, lo aggiungo ai due trecento propositi che ho fatto.

Però porca zozza se non funziona nemmeno questo allora cazzo siete voi!!!



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Mariagrazia Censi
Sono Mariagrazia, ho 46 anni sono nata nel mese più bello dell'anno (E qui lascio decidere voi, perché tanto ognuno avrà il suo) ho due figlie, Allegra ed Emma, due bassotti, Romeo e Ugo e un ex marito. Credo di essere una persona come tante, vorrei una casa al mare, una in montagna, viaggiare almeno una volta al mese, mangiare senza ingrassare ed essere felice, spudoratamente felice. Ma, come la maggior parte di voi, ho una casa sola, faccio qualche viaggetto ogni tanto, quando mangio ingrasso e sono solo felice, per lo "spudoratamente" ci sto lavorando. Ps da oggi scriverò su questo magnifico giornale nella rubrica che mi è stata affidata, ora, secondo me, o sono stanchi e vogliono chiudere di già questa testata giornalistica oppure, forse, ciò che scriverò potrà strapparvi un sorriso o una riflessione, per me è già un successo. Ah dimenticavo il nome della rubrica è "Che poi, detto tra noi..."

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome: