24.4 C
Roma
lunedì 21 Giugno 2021

Anteprima News Spie nascoste nei bancomat ci rubano i dati

Spie nascoste nei bancomat ci rubano i dati

Autore del contenuto

Spie nascoste nei bancomat ci rubano i dati

«La “rete” è lanciata nelle città d’arte italiane: sportelli Atm truccati con microcamere e skimmer grandi quanto un’unghia, per raccogliere il maggior numero di codici di carte di credito e bancomat. Una frode su larga scala che ha come vittime predestinate i turisti stranieri. Attraverso strumenti tecnologicamente avanzati che clonano le bande magnetiche, interi conti correnti bancari sono svuotati con operazioni di prelievo che poi avvengono in altre località del mondo: Indonesia, Belize e Jamaica, dove sono ancora utilizzati Atm che leggono esclusivamente le bande magnetiche. Si stima che circa 150mila euro alla settimana siano sottratti a ignari turisti, derubati dei propri risparmi da associazioni per delinquere dell’est Europa che in Italia vengono a fare incetta di dati bancari. Un fenomeno che nel periodo estivo rischia di incrementare parallelamente alla crescita dell’afflusso turistico» [Cimmarusti, Sole].

Il suicidio di Alessandra Appiano

S’è tolta la vita, a Milano, all’età di 59 anni Alessandra Appiano, scrittrice, giornalista, conduttrice televisiva, compagna del giornalista Nanni Delbecchi. Nata ad Asti, aveva vinto nel 2003 con il suo primo romanzo, Amiche di salvataggio, il premio Bancarella. Ultimo libro pubblicato Ti meriti un amore, nel 2017. Collaborava con varie testate giornalistiche, partecipava come ospite opinionista ai talk show di Rai e Mediaset: era stata conduttrice e autrice, tra le altre, anche di trasmissioni come Passaparola.

Incidenti

«Antonio Pittorru, ventiduenne di Calangianus, annegato nel lago di Como senza un perché. O meglio il perché, secondo le ipotesi degli inquirenti, ci sarebbe: voleva farsi una foto da postare sui social. Lo hanno visto salire sul parapetto del lungolago, davanti a Villa Geno, con il telefonino in mano, e poi sparire nell’acqua: ogni anno, sentenzia la statistica, 170 persone, quasi sempre ragazzi, muoiono per i selfie estremi» [Veronese, Giornale].

La storia del ventenne che s’è fatto un selfie sorridente riprendendo una donna appena investita dal treno, alla stazione di Piacenza. Il ragazzo è stato bloccato dalla Polfer, identificato e costretto, non senza proteste, a cancellare le fotografie dallo smartphone. Alla donna poi è stata amputata una gamba.

CLICCA QUI e ricevi gratuitamente anteprima completa via mail per un mese






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.