26.1 C
Roma
sabato 15 Agosto 2020

Notizie e curiosità dal mondo Stati Uniti: la squadra del presidente assolve Trump da ogni colpa del...

Stati Uniti: la squadra del presidente assolve Trump da ogni colpa del virus

Autore del contenuto

Rassegna stampa della settimana dal 20 luglio al 26 luglio.

Stati Uniti: la squadra del presidente assolve Trump da ogni colpa del virus e punta sulla ripartenza economica

I principali aiutanti di Donald Trump stanno cercando di mettere in scena qualsiasi tattica di biasimo contro gli stati, affermando che le problematiche sui test del coronavirus e i casi in aumento non sono assolutamente una colpa del presidente, cercando cosi di contrastare i nuovi sondaggi che vedono il fallimento della leadership e delle prossime elezioni.

La mossa arriva mentre i repubblicani a Capitol Hill contraggono una misura che sostituirà, con minori benefici , 600 dollari a settimana in aiuti federali a milioni di lavoratori.

La nuova amministrazione spinge ad assolvere la responsabilità di Trump e ad accelerare l’attività economica incoraggiando le persone a tornare al lavoro seguendo la scommessa precedentemente giudicata in modo errato dal presidente per spingere gli stati che ora stanno soffrendo terribilmente a seguito della pandemia .

Coincide anche con l’ apertura delle scuole, ignorando ogni tipo di preoccupazione da parte di genitori e insegnanti.

Molti stati si lamentano sui ritardi dei test, ma dalle dichiarazioni alla CNN di Brett Giroir, lo zar dei test dell’ amministrazione, le disponibilità sono ottime per raggiungere gli obiettivi previsti.

Trump ha lanciato la nuova spinta per le pubbliche relazioni dopo che alcuni aiuti lo hanno supplicato di dimostrare che stava prendendo sul serio il virus tra il numero dei sondaggi.

Il nuovo sondaggio della CNN in Florida, Arizona e Michigan mostra che il presidente ha seguito il suo sfidante democratico Joe Biden, uno stato di cose che si rileverebbe un disastro per le speranze di rielezione di Trump.

Cina

La scultura del Castello incantato del parco Disneyland di Shangahai, in Cina è stata danneggiata accidentalmente da due bambini.

Ospitata nel museo del vetro di Shanghai, l’opera che vale 64.000 dollari , è considerata la più grande opera al mondo realizzata con la tecnica del vetro soffiato.

Nata dalla creatività dell’ artigiano spagnolo Miguel Arribas, la scultura è stata creata in 500 ore di lavoro , utilizzando più di 30.000 pezzi di vetro , le guglie della fortezza invece sono ricoperte con oro di 24 carati.

Accordi fra Cina e Stati Uniti

Il 24 luglio la Cina ha ordinato la chiusura del consolato statunitense di Chengdu, in risposta alla decisione di Washington di chiudere il consolato cinese di Houston, al centro di operazioni di spionaggio. Intanto, da come riporta il giornale Internazionale, tre cinesi sono stati arrestati negli Stati Uniti per aver nascosto la loro appartenenza alle forze armate di Pechino.

Una quarta persona si è rifugiata al consolato di San Francisco.

Germania

Il 23 luglio il tribunale di Amburgo ha condannato un ex guardia del campo di concentramento nazista di Stutthof, Bruno Dey, 93 anni, a due anni e mezzo di prigione con la condizionale  per la complicità nella morte di migliaia di persone tra il 1944 e il 1945. All’ epoca dei fatti Dey era ancora minorenne.

Il campo di Stutthof si trova vicino a Danzica, in Polonia.

Nuova Zelanda

Il 24 luglio il giornalista curdo iraniano Behrouz Boochani , dopo aver trascorso sei anni in un centro per rifugiati australiano sull’isola di Manus, in Papua Nuova Guinea.

Boochani era fuggito dall’Iran nel 2013 e si trovava in Nuova Zelanda dal novembre scorso.

Russia

Due agenti di polizia  in Russia  sono stati condannati per aver messo fine ad un giro di droga che loro stessi avevano simulato, il tutto al fine di migliorare il loro indice di performance.

Il detective della città di Kostroma, nella Russia centrale, avrebbe convinto tre persone del posto a produrre la droga sintetica illegale desoformina, offrendosi persino di fornire gli ingredienti necessari, che si pensa provenissero dai magazzini della polizia di materiali sequestrati.

I due agenti avrebbero convinto le vittime ( noti tossicodipendenti della zona ) a produrre la droga, promettendo in cambio di aiutarli ad avere una pena più lieve per i reati di cui erano accusati.

Invece i due agenti hanno riferito ai colleghi di aver fatto irruzione nel luogo di produzione della droga, aggiungendo cosi ulteriormente altri capi d’ accusa a sfavore dei tossicodipendenti.

L’obiettivo e il fine di questo marchingegno era quello di aumentare il loro indice di performance, ma purtroppo per loro , l’ ufficio per gli affari interni ha scoperto il piano e consegnato le prove al Comitato Investigazioni.

A seguito di una indagine interna, i due agenti di polizia sono stati accusati di aver abusato della loro autorità e incoraggiato l’uso di droghe.

I due agenti sono stati condannati, come riporta la BCC, ma non passeranno molto tempo dietro le sbarre.

Uno ha ricevuto una condanna sospesa di sei anni, mentre l’altro ha ricevuto una condanna sospesa di tre anni e mezzo.

Corea del Nord

Il bilancio dei casi da Coronavirus a livello globale questa mattina ha superato la soglia dei 16 milioni, questo è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) solo ieri 26 luglio, sono stati rilevati 6270 decessi al livello mondiale.

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha dichiarato” l’allerta massima” per il conronavirus, dopo la scoperta del primo caso sospetto ufficiale nel paese.

Kim ha presieduto una riunione d’ urgenza nel partito politico comunista, nella quale è stato deciso di attivare un sistema di allerta massima per contenere il Covid-19, come ha annunciato l’ agenzia di stampa ufficiale Kcna.

II caso riguarderebbe una persona uscita dalla Corea del Nord tre anni fa e rientrata il 19 luglio scorso , dopo aver varcato illegalmente la linea di demarcazione con la Corea del Sud attraverso la zona demilitarizzata.

Inghilterra

Circa 35 milioni di britannici sono in sovrappeso, cosi Boris Johnson da il via ad una lotta contro l’obesità.

I medici di famiglia diventeranno allenatori di “peso sano” e i dolci saranno vietati alle casse dei negozi sotto la dura spinta del governo.

I pazienti obesi saranno indirizzati a delle lezioni per gestire il loro peso incoraggiandoli ad assumersi la responsabilità della propria salute.

Potrebbero essere sottoposti a un piano di alimentazione e fitness sano fino a 12 settimane, con la prescrizione del medico di lunghe passeggiate e ciclismo.

I ministri sperano che la campagna cambierà almeno in parte la mentalità delle persone dal pensare che i professionisti della salute abbiano tutte le risposte per assumersi delle responsabilità della propria salute.

I ristoranti e le catene d’ asporto verranno sollecitate ad apporre etichette sulla conta delle calorie, sia per i cibi che per le bevande alcoliche, mentre nei negozi i cibi malsani saranno banditi dalle casse e saranno vietate le promozioni buy one- get one free.

La mossa arriva dopo la lotta al Coronavirus, quando è rimasto scioccato dalle rivelazioni dei medici, che hanno confermato che il suo peso è stato un fattore importante nella gravità della situazione.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.