10.4 C
Roma
sabato 6 Marzo 2021

Anteprima News Svolta cinese su cani e gatti

Svolta cinese su cani e gatti

Autore del contenuto

Per la prima volta in Cina cani e gatti sono stati esclusi dall’elenco ufficiale degli animali commestibili. Nel testo, pubblicato dal ministero dell’Agricoltura e degli Affari rurali, sono inclusi solo maiali, mucche, galline e pecore. La decisione arriva dopo il divieto di febbraio sul commercio e il consumo di animali selvatici. L’associazione americana Humane Society International stima che ogni anno dieci milioni di cani siano uccisi in Cina per la loro carne [Cerruti, Sta].

L’appello delle industrie del Nord
Le Confindustrie di Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Veneto hanno sottoscritto un’agenda per la riapertura delle imprese e la difesa dei luoghi di lavoro. Le quattro regioni rappresentano il 45% del Pil italiano. E se non riusciranno «a ripartire nel breve periodo il Paese rischia di spegnere definitivamente il proprio motore e ogni giorno che passa rappresenta un rischio in più di non riuscire più a rimetterlo in marcia», si legge nel documento, «chiediamo quindi di definire una roadmap per una riapertura ordinata e in piena sicurezza del cuore del sistema economico del Paese».
Goldman Sachs ha rivisto al ribasso le stime sull’area euro. Prevede un Pil europeo a -9% quest’anno con un rimbalzo a +7,8% nel 2021. Per l’Italia indica un -11,6% nel 2020 e un +7,9% per il prossimo anno.
 
L’Italia ha chiuso i porti alle Ong
Il governo ha stabilito che i porti italiani non possono più essere considerati sicuri, a causa della diffusione del coronavirus. Nessun approdo per i migranti, perciò. Il provvedimento sarà valido solo per alcune navi: all’articolo 1 si stabilisce infatti che i porti italiani non saranno considerati sicuri «per i casi di soccorso effettuati da parte di unità navali battenti bandiera straniera al di fuori dell’area Sar italiana». Ovvero, le ong che soccorrono le persone nel Mediterraneo. Il decreto è stato firmato dai ministri dell’Interno Lamorgese, della Sanità Speranza, degli Esteri Di Maio e delle Infrastrutture De Micheli.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.