13.7 C
Roma
lunedì 25 Gennaio 2021

And if tomorrow, and I stress if... Tutto il mondo è paese

Tutto il mondo è paese

English Version here.

Nel prossimo futuro ricorderemo l’anno 2020 per tutte le implicazioni che ha avuto sulle nostre vite. Sarà ricordato sia per assurdità che per buon senso.

Ad Atene, il Natale viene celebrato in modo discreto. In Grecia, come in altri paesi ortodossi, la festa più grande si svolge intorno alla Pasqua.

Eppure c’è il Natale. Ci sono scambi di doni e anche le famiglie si riuniscono. Quest’anno, tuttavia, e come nella maggior parte dei paesi occidentali, tutto è diverso.

Gran parte delle attività, per ordine del Governo, sono state chiuse da metà novembre. Ristoranti e bar possono operare solo da asporto. Anche le scuole sono chiuse e c’è il “coprifuoco” tra le 22:00 e le 5:00.

La Grecia, che sembrava essere stata risparmiata dalla prima ondata di Covid-19, e dove abbiamo vissuto in apparente normalità per tutta l’estate, ora deve affrontare una seconda ondata mortale, che già supera i 3600 morti. È principalmente nella parte settentrionale del Paese, in Macedonia, che risiedono le principali fonti di contagio, ma le misure riguardano l’intero Paese e sono più gravi nelle zone più colpite.

Nei giorni che hanno preceduto il Natale, i commercianti sono stati “autorizzati” dal governo ad operare su base di vendita online o telefonica, con ritiri alla porta. Si crea confusione. Le regole di questo provvedimento sono incomprensibili ed incoerenti, così come è incomprensibile il divieto di vendere prodotti che non siano “di prima necessità”.

I funzionari governativi hanno deciso che le vendite dovrebbero procedere come segue:

1. Il cliente sceglie l’articolo. Questa scelta può essere effettuata sul sito web del negozio o di persona (ad esempio in vetrina);

2. Il cliente effettua il pagamento con mezzi elettronici;

3. Il negoziante invia un SMS confermando che può ritirare l’articolo;

4. Se non hai pagato online, puoi pagare direttamente al proprietario del negozio, ESCLUSIVAMENTE con carta di credito o elettronica.

Mentre camminavo per una delle strade, ho deciso di acquistare un paio di calzini natalizi da regalare. Ho scelto un paio in mostra nella vetrina del negozio ed ho chiesto al negoziante di metterli in un sacchetto regalo. All’inizio tutto ha funzionato normalmente e con la distanza e l’igiene adeguate. Ma quando è arrivato il momento di pagare è emerso il modo in cui i governi impongono misure stupide ed illogiche al di là di quelle potenzialmente illegali e incostituzionali.

Poiché avevo con me solo soldi, ho provato a pagare con quelli. Il negoziante ha rifiutato. Ha rifiutato e ha persino mostrato paura nel vedere il ridicolo denaro nelle mie mani. Ha detto che può accettare solo carte perché il governo non consente pagamenti in contanti in questo eccezionale “sistema” anti-covid.

Inoltre, avrei dovuto fornirgli il mio numero di cellulare per “simulare” che l’acquisto fosse stato effettuato online, con il negoziante che inviava un SMS (con me proprio lì davanti a lui) così che potessi procedere con il ritiro in negozio dell’acquisto. In altre parole, i negozianti sono obbligati a “simulare” di essere aperti e devono trovare modi “intelligenti” per aggirare le stupide regole imposte dal governo. Poiché non avevo carte con me, ho dovuto annullare l’acquisto e il commerciante è rimasto senza un’altra vendita, specialmente in questo periodo dell’anno che è irrimediabilmente perso.

Ho provato a comprare da altri negozi, e tutti hanno rifiutato il pagamento in contanti, non per paura del Covid-19, ma per le multe assurdamente alte che ispettori e polizia stanno imponendo a molti uomini d’affari e commercianti. Multe per essere aperti, multe per la vendita di prodotti non autorizzati come giocattoli ed elettrodomestici da cucina, multe per l’accettazione di denaro, multe per tutti i gusti.

Situazioni simili si verificano in altri paesi. Nel Regno Unito, ad esempio, ci sono segnalazioni di rifiuto da parte delle imprese di accettare banconote e monete come pagamento, che ha lasciato molte persone senza accesso ai beni essenziali. Farmacie, supermercati, articoli vari, richiedono pagamenti elettronici, vietano denaro fisico ei cittadini non sanno cosa fare, specialmente le classi più vulnerabili e meno privilegiate senza accesso a carte di credito o conti bancari.

Questo è solo un esempio di come la pandemia viene utilizzata per imporre sconvolgimenti nella società. Non è un argomento nuovo. I governi cercano da anni di promuovere l’idea di una società “senza contanti” in cui tutte le transazioni siano digitali. Ricordo che in Cina, ad esempio, non è raro che dai bancomat esca denaro falso.

Ma, come in altri tempi, saranno i cittadini a trovare alternative e implementare soluzioni intelligenti per affrontare le nuove realtà. In tempi più difficili in passato, alcune città e comunità hanno lanciato le proprie valute, ad esempio. Ci sarà sempre una soluzione.

Anche se non è chiaro perché alcuni funzionari governativi stiano “facendo pressione” sugli strati più fragili della società, soprattutto gli anziani, che sono già le principali vittime del Covid-19. Se circola denaro sporco in questo mondo, il loro non sarà certamente il più preoccupante.

A new section

Among the many doubts that plague my mind, just like yours these days, I have only one certainty: when we return to everyday life, nothing will be the same as before. We are facing a challenge that is reductive to call it organizational, it is a philosophical challenge, it is the vision of the world that will change and on which we will have to build the new. And if tomorrow… and I stress “if” is a new column (the title is taken from the verses of a song very popular in Italy) that is open to contributions from intellectuals, scientists, artists, from all over Europe. Follow us and send us your impressions which we will publish periodically with the intention of creating an anthology of ideas.

Giampaolo Sodano

Sign up at our free newsletter

Stay up to date on the latest insights.
Leave your email address, select your interests and receive for free on your inbox the first page of Moondo with the most interesting news selected for you.