11.5 C
Roma
martedì 13 Aprile 2021

Network Ultime news dal mondo

Ultime news dal mondo

Autore del contenuto

Notizie e curiosità dal mondo” è una rubrica settimanale, un appuntamento costante che ogni lunedì vi permetterà di restare informati e aggiornati su tutto ciò che accade nel mondo in tempo reale. Dagli avvenimenti politici oltre oceano che condizionano e influiscono la nostra economia, alle differenze sociali, dalle battaglie vinte alle sconfitte inflitte, dalle libertà compromesse alle infinite bellezze mondiali, mi raccomando, non mancate!

Ecco le principali notizie e curiosità dal mondo:

  • Una settimana molto provante per gli abitanti dell’India e del Bangladesh che oltre a fare i conti con l’inarrestabile pandemia Covid-19 hanno dovuto affrontare e fronteggiare il Ciclone Amphan. Venti terribili che hanno soffiato fino a 170 km/h, distruggendo abitazioni, sradicando alberi. La città di Calcutta è stata decapitata.Una ragazzina di soli 13 anni ha perso la vita e una donna è rimasta schiacciata da un albero. Almeno una decina di vittime si contano nel Bengala per un ciclone equiparato ad un uragano di categoria 3. Il Premier dello stato indiano, Mamata Banerjee, afferma che nonostante una frenetica evacuazione molte persone si sono rifiutate di lasciare le proprie abitazioni per paura del virus. Il ciclone ha spezzato ponti che collegavano le isole alla terraferma isolando così molte aree senza telefono ed elettricità. La preoccupazione maggiore adesso ricade su quasi un milione di rifugiati Rollingya che si trovavano nei campi profughi nel sud-est del paese.
  • Il 20 maggio il ministero della giustizia statunitense ha annunciato l’arresto, su richiesta del governo giapponese, di 2 uomini complici della fuga di Carlos Ghosn, ex capo di Nissan e Renault, fuggito dal Giappone nascosto all’interno di un baule per strumenti musicali. Lo statunitense Michael Taylor e suo figlio Peter sono stati arrestati ad Harvard nel Massachusetts . Ghosn è sotto processo per frode finanziaria a Tokyo, era volato a bordo di un jet privato con direzione Libano nel dicembre scorso.
  • Negli Stati Uniti il Presidente Trump, molto sospettoso della scienza, cerca a modo suo di allontanare il virus somministrando idrossiclorochina, un farmaco ancora ritenuto potenzialmente pericoloso. Un atteggiamento irresponsabile per molti ma una forte calamita per tutti quei teorici della cospirazione. Secondo Trump indossare la mascherina è un segnale di debolezza, si rischia di apparire ridicoli e limitare la ripresa economica. Proprio per queste convinzioni lui e il suo entourage sono entrati in Campidoglio a volto scoperto. Un esempio sbagliato e spericolato che riunisce però tutti gli americani pro-Trump che sospettano che il virus sia solo una scusa per limitare la loro libertà.
  • Il tribunale di Singapore il 20 maggio ha condannato a morte in videoconferenza (causa Covid-19) un trafficante di droga di 37 anni. Putinthan Genasan che è stato accusato di aver spacciato almeno 28,5 grammi di eroina sarà impiccato nei prossimi giorni.
  • Il presidente Brasiliano Jair Bolsonaro, soprannominato “il Trump Brasiliano”, il 16 aprile ha gettato il paese in una crisi finanziaria, destituendo l’apprezzato Ministro della Salute Luiz Mandetta. Dopo soli pochi giorni dall’accaduto, il 24 aprile, ha spinto alle dimissioni anche il ministro della giustizia Sergio Moro, noto per aver condotto l’inchiesta anti corruzione condannando Lava Jato, ex presidente Latino-americano. Sergio Moro aveva annunciato in una conferenza stampa le pressioni da parte del presidente Bolsonaro al fine di accedere ai rapporti dell’intelligence e agli atti dell’inchiesta in corso che vedeva protagonisti 3 dei sui figli. L’assessore Carlos Bolsonaro, Il deputato Eduardo Bolsonaro e il senatore Flavio Bolsonaro. Fra lo scandalo che lo coinvolge e l’economia in forte crisi il destino del presidente è tutto tranne che roseo e il ministro Moro potrebbe risultare un potenziale rivale in vista delle prossime elezioni nel 2022.
  • A circa 240 km a nord-est di Mosca, nella città di Yaroslav, un passante è stato inseguito e ferito ad una gamba da un orso. “È salito su di me e mi ha morso, sono riuscito a malapena a restare in piedi”. Fortunatamente un tassista è intervenuto cercando di spaventare l’animale utilizzando clacson e luci, potendo cosi recuperare il ragazzo e trasportarlo in ospedale. Non si conosce la causa che ha spinto l’orso nell’area urbana, ma sembra essersi allontanato subito dopo in una foresta vicina senza causare ulteriori danni.
  • La compagnia Britanniaca EasyJet, dopo due mesi di inattività, tornerà ad operare nei cieli il prossimo 15 giugno applicando tutte le corrette misure sanatorie a bordo.
  • Lufthansa, la principale compagnia aerea tedesca ha dichiarato di essere in trattative avanzate con il governo di Angela Merkel, che sorveglierà la sua gestione dopo averne acquistato oltre il 20%. Un intervento di circa 9 miliardi che permetterà all’esecutivo 2 posti nel consiglio di sorveglianza.
  • In Sudafrica l’ex leader del Movimento Democratico Unito, Tshekede Bufton Pitso, è morto nel suo vialetto di casa mentre si stava dirigendo verso la sua amata Mercedes E500 degli anni ’90. L’uomo d’affari negli anni aveva collezionato un’intera flotta di lussuose auto Mercedes che con il tempo era stato costretto a vendere. Il suo unico e grande desiderio che tutti i familiari conoscevano era quello di poter esser seppellito a bordo della sua Mercedes. Una richiesta particolarmente bizzarra che i suoi cari hanno deciso di rispettare lasciando l’ex leader sul sedile del conducente, con la cintura allacciata e le mani sul volante della sua amata automobile.
  • Finalmente dopo le chiusure di fine marzo riapre Bondi Beach, l’iconica spiaggia di Sidney popolata dai più famosi surfisti australiani. Centinaia di persone sono corse all’apertura rispettando tutte le limitazioni per poter accedere alla spiaggia. L’accesso avviene attraverso punti di entrata e punti di uscita prestabiliti con orari designati dalle 7 alle 17 nei giorni feriali per avere la possibilità di nuotare e fare surf.





Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.