26.8 C
Roma
sabato 19 Giugno 2021

Antonella Botti

Sono nata a Salerno il 3 Marzo del 1959 ma vivo da sempre a Sessa Cilento, un piccolo paese di circa 1300 anime del Parco Nazionale del Cilento. Ho studiato al Liceo classico “Parmenide” di Vallo della Lucania ed ho conseguito la laurea in Lettere moderne. Sono entrata nella scuola come vincitrice di concorso nel 1987, attualmente insegno Letteratura Italiana e Latino al Liceo Scientifico di Vallo della Lucania. Ho pubblicato due testi di storia locale: "La lapidazione di Santi Stefano" e "Viaggio del tempo nel sogno della memoria". Da qualche mese gestisco un blog, una sorta di necessità interiore che mi porta a reagire al pessimismo della ragione con l’ottimismo della volontà. I tempi sono difficili: non sono possibili "fughe immobili".

Antonella Botti

Sono nata a Salerno il 3 Marzo del 1959 ma vivo da sempre a Sessa Cilento, un piccolo paese di circa 1300 anime del Parco Nazionale del Cilento. Ho studiato al Liceo classico “Parmenide” di Vallo della Lucania ed ho conseguito la laurea in Lettere moderne. Sono entrata nella scuola come vincitrice di concorso nel 1987, attualmente insegno Letteratura Italiana e Latino al Liceo Scientifico di Vallo della Lucania. Ho pubblicato due testi di storia locale: "La lapidazione di Santi Stefano" e "Viaggio del tempo nel sogno della memoria". Da qualche mese gestisco un blog, una sorta di necessità interiore che mi porta a reagire al pessimismo della ragione con l’ottimismo della volontà. I tempi sono difficili: non sono possibili "fughe immobili".
Advertisment

Il voto è segreto (da “Uscita di sicurezza” di Ignazio Silone)

La riflessione che oggi propongo ha preso spunto da una discussione gioviale e spontanea con un giovane amico e avvocato sulla difficoltà, nella nostra piccola realtà provinciale cilentana, di esprimere liberamente la...

Un pezzo di pane (da un racconto di Ignazio Silone)

Siamo in Abruzzo negli anni della seconda guerra mondiale. "Fare la carità è adesso un peccato?" Chiese Caterina al carabiniere, accusata di aver dato un pezzo di pane e di aver indicato la...

I SUPERBI e i vanagloriosi (dall’XI canto del Purgatorio)

"...Oh vana gloria dell'umane posse!     com' poco verde in su la cima dura, se non è giunta da l'etati grosse! Credette Cimabue ne la pittura tener lo campo, e ora  ha Giotto il grido, si che la...

LA SCIENZA: questione di metodo. Riflessioni tratte da “Il senso delle cose ” di R.P. Feynman

Siamo in un'età di grande progresso scientifico e tecnologico ma la nostra è un'epoca scientifica? Sembra assurdo ma Feynman, insignito del premio Nobel nel 1965, ritiene di no, ritiene che "quest'epoca ha...

Il deserto dei tartari (D. Buzzati)

Il deserto dei tartari (D. Buzzati), desolata immagine della condizione umana tout court e di una disperata ricerca metafisica per dare senso alla vita . La storia del "Deserto dei Tartari"di D. Buzzati...

La cultura del rifiuto di Pio Canu

Riflessioni generate dall'intervista di Tiziana Buccico a Pio Canu Vivo nel Cilento, anzi nel centro storico del Cilento, sulle falde del Monte Stella, considerato il cuore del Cilento; un territorio, pressoché vergine, incontaminato,...

L’uomo e la cometa: da qui all’infinito

Riflessioni sulla teoria evoluzionista di Darwin L’esame di Stato, quello che un tempo era l’esame di maturità e che quest’anno è stato l’esame covid, si è concluso e i miei studenti del “diariodiunaquarantena”...

Vi prego di strappare questa lettera

"Mi è sempre parso e mi pare che, se uno è capitato in un formicaio, deve uscirne fuori Essere uomini si può dove c'è un nemico e dove c'è pericolo. Ma...