30.6 C
Roma
lunedì 3 Agosto 2020

Giuseppe Scanni

Giuseppe Scanni, classe 1949, è un giornalista e saggista che negli ultimi cinquant'anni ha svolto la sua attività professionale accompagnandola a quella di studioso dei sistemi e delle realtà internazionali, di alto funzionario diplomatico delle Nazioni Unite (D2), di rappresentante di agenzie onusiane, di Professore invitato, di amministratore e dirigente di società, di collaboratore per le relazioni estere e le politiche migratorie del Presidente del Consiglio e Segretario del PSI Bettino Craxi. Gianni De Michelis, presentando uno dei suoi quattro saggi, ha scritto di Ordine e disordini nel XXI secolo: ”uno strumento utilissimo per chi si voglia districare nella fitta rete costituita oggi dalle molteplici e complesse relazioni tra i popoli, arricchito dalla bella ed elegante penna dell’Autore: acuto giornalista, che ha saputo per decenni alternare a questa impegnativa attività professionale quella di dirigente di prestigiose organizzazioni internazionali e manager di importanti imprese”. È attualmente docente presso il master di “Politica e storia delle relazioni internazionali” della LUMSA.

Giuseppe Scanni

Giuseppe Scanni, classe 1949, è un giornalista e saggista che negli ultimi cinquant'anni ha svolto la sua attività professionale accompagnandola a quella di studioso dei sistemi e delle realtà internazionali, di alto funzionario diplomatico delle Nazioni Unite (D2), di rappresentante di agenzie onusiane, di Professore invitato, di amministratore e dirigente di società, di collaboratore per le relazioni estere e le politiche migratorie del Presidente del Consiglio e Segretario del PSI Bettino Craxi. Gianni De Michelis, presentando uno dei suoi quattro saggi, ha scritto di Ordine e disordini nel XXI secolo: ”uno strumento utilissimo per chi si voglia districare nella fitta rete costituita oggi dalle molteplici e complesse relazioni tra i popoli, arricchito dalla bella ed elegante penna dell’Autore: acuto giornalista, che ha saputo per decenni alternare a questa impegnativa attività professionale quella di dirigente di prestigiose organizzazioni internazionali e manager di importanti imprese”. È attualmente docente presso il master di “Politica e storia delle relazioni internazionali” della LUMSA.
Advertisment

Dopo l’accordo di Bruxelles, le tensioni sullo scacchiere medio orientale impongono un’Unione politica

Definire travagliato il negoziato che si è concluso a Bruxelles e che molti hanno definito “storico”, non per la lunga e complessa discussione che si è sviluppata tra le parti,...

Consiglio Europeo straordinario, pronostici e sviluppi attesi

Quando, una decina di giorni orsono, “Moondo” allarmò i suoi lettori, descrivendo ilruolo indebolito della Germania presidente di turno per un semestre del Consiglio, macertamente potenza egemone ed essenziale alla...

Il peggio non è ancora arrivato, ma teniamo viva la speranza

Il semestre “tedesco” di guida dell’Unione Europea è calato sulle indebolite spalle di Angela Merkel, che dovrebbe riuscire nella difficile conciliazione di tre contraddittori paradigmi: a) la...

La politica estera di Gianni De Michelis

Se, come spero, il tempo futuro ospiterà altre iniziative – questa volta di studio ed approfondimento - sull’analisi della politica estera pensata, sviluppata e coordinata da Gianni de Michelis, ben...

Coronavirus ed eurobond: con un’Europa assente l’asso nella manica dell’Italia è il risparmio

Dopo i tanti anni di governo della Cancelliera Merkel non sorprende più il vecchio trucco del gendarme buono (Germania) e cattivo (Olanda). Il fallimento attuale dell’Eurogruppo è ascrivibile a...

A chi giova la fine del sogno europeo?

Interesse o solidarietà? Il futuro dell'UE ed i nuovi assetti internazionali In attesa di capire come il mondo modificherà i suoi costumi di vita conclusa la pandemia...

Goldman Sachs e le penne anseatiche

“Goldman Sachs” è una banca d’affari conosciuta in Italia anche perché nessun dirigente politico della penisola, abituato all'uso dell’aritmetica, ha avuto il buon gusto- finito il suo mandato- di rifiutare...

Craxi, storia di un riformista

Il 10 gennaio 2010, per celebrare il decennale della morte del leader socialista, "Il Tempo" pubblicò l’articolo di Giuseppe Scanni che Moondo ha deciso di rieditare, a testimonianza dell'adesione e...