11.7 C
Roma
venerdì 26 Febbraio 2021

In evidenza Biden progetta accesso gratuito vaccini e più produzione

Biden progetta accesso gratuito vaccini e più produzione

Autore del contenuto

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DEL 17/01/2021

PRIMA PAGINA

Biden progetta un blitz nelle inoculazioni nei primi 3 mesi, con accesso gratuito e più produzione. Ieri, ha detto: ” Siamo ancora in un buio inverno. La verità è che le cose diventeranno peggiori prima che diventino migliori”. Ma ha anche cercato di offrire speranze per la fine di una pandemia che ha fatto quasi 390.000 morti e ha danneggiato il tessuto economico e sociale del paese. Ha aggiunto: “Il nostro piano e’ chiaro e audace: vaccinare più gente gratis, creare più posti per somministrare il vaccino, mobilizzare più personale medico per le inoculazioni, aumentare la produzione e usarla il più rapidamente possibile. È una delle operazioni più difficili mai intraprese dal nostro paese”.

– La nuova variante in crescita può diventare dominante negli USA. Il Centro per il controllo delle malattie ha avvertito che una variante molto più contagiosa di quella identificata in Inghilterra potrebbe diventare la fonte principale delle infezioni negli USA verso il mese di marzo e portare a un forte aumento dei casi e delle morti. Il paese deve urgentemente vaccinare più gente possibile, prima che la variante si sparga dappertutto.

– Lezione imparata: un piano di salvataggio alla grande, modellato per una crisi diversa da quella del 2009. Biden eredita una crisi economica mentre diventa Presidente, come gli successe quando diventò vice-presidente dodici anni fa. Ma questa crisi e’ diversa, come è diversa la risposta di Biden. Il piano da 1,9 trilioni proposto da Biden è molto più grande e articolato di quello del 2009, e non ha lo scopo di generare più spesa da parte dei consumatori in modo da stimolare la ripresa economica. Vuole invece resuscitare l’attività economica attaccando più aggressivamente la pandemia con vaccini e test, e sostenere i lavoratori e i commerci più colpiti fino alla ripresa.

– I parlamentari più importanti non erano stati avvertiti dei timori della polizia. Il responsabile per la sicurezza del senato e quello della camera erano stati informati dalla polizia della possibilità di disordini e violenze da parte di sostenitori di Trump nel giorno della certificazione dei risultati elettorali. Avrebbero quindi dovuto parlarne con il capo del Senato McConnell e quello della camera Pelosi per chiedere rinforzi alla guardia nazionale. Ma non lo ritennero necessario, con le conseguenze che tutti conoscono. Entrambi si sono dimessi. 

–  Scoprendo un paradiso nel baseball. Frank Miller, settantenne di Dallas, si sentiva, come quasi tutti durante la pandemia, solo. La moglie ha messo una nota in Nextdoor, app per comunicare con il vicinato, cercando qualcuno che volesse giocare con lui a baseball. Grande successo, si sono presentati numerosi volontari che adesso si riuniscono tutti i giorni in un parco pubblico. Vittoria completa contro la solitudine.

PAGINE INTERNE

– Il totale dei morti nel mondo supera i 2 milioni. La cifra è stata raggiunta un anno dopo la scoperta del virus in Cina.

– Generale messicano assolto da tutte le accuse. Il generale Salvador Cienfuegos era stato arrestato negli Stati Uniti per una serie di gravi reati legati al traffico di droga. Estradato in Messico, è stato assolto da tutte le accuse, con forte disappunto delle autorità americane.

– Salvato da un parlamento pro-arte. Ogni anno, Trump ha proposto di eliminare dal budget federale i fondi per l’Ente Nazionale per le Arti. Non c’è riuscito, i fondi sono sempre lì e sono cresciuti. 

– La Ford vede il suo futuro nel regno della Tesla. La Mustang Mach-E, auto elettrica della Ford da poco sul mercato, costa $43.000 dollari. La Tesla 42.000.

– Monumento in memoria di Martin Luther King e Coretta Scott King. L’anno prossimo, il comune di Boston inaugurerà il più grande monumento del paese dedicato alla giustizia razziale. Si chiamerà “L’abbraccio”, una scultura alta quasi 7 metri basata su una foto di Martin e Coretta.        






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.