Il “Movimento 5Stelle” è prossimo a cambiare nome e insegna, per assumere una  denominazione più consona alla sua linea di politica industriale: “Immobilismo 1000 stelle”, lanciando l’assalto all’unica “stella di Negroni”, così  avvicinando il traguardo de “le stelle sono tante, milioni di milioni” e stare al passo dei voti che si perdono.

Che importa! Ecco l’idea brillante, che c’è di meglio di  un’aria aulente per accompagnare la “decrescita felice”?

Un’aria aulente per la decrescita felice?

Il progetto è semplice: via l’acciaio da Taranto, riconvertire l’impianto per la produzione di “pere ‘e pappavalle”.

Un doppio risultato a costo zero: un ambiente circostante pulito e profumato, ventimila disoccupati a “respirare e annusare felici”.

La cura miracolosa non è nuova, è stata riscoperta dai seguaci del ministro errante che, tra una bibita e l’altra, la subivano allo stadio S.Paolo quando la squadra partenopea viveva tempi scuri. Gemellati a diversi seguaci della sinistra estrema, entusiasti  anch’essi della prospettiva di esportazione verso l’estremo oriente.

 Il medico dei matti si aggira intorno a Palazzo Chigi.

“Cominciorno a intoccà tutte le chiese

Appena uscito er morto da Palazzo.

Che gran belle funzioni a sto Paese!” (*)

* (Er mortorio de Leone Duodecimosiconno – G.G.Belli 280.I, ultima terzina. 26.XI.1831 – I° Ed. Mondadori 1951 pag. 418).


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Gianfranco Salomone
Gianfranco Salomone nasce a Roma il 22 luglio 1936, si laurea in Economia all'Università la Sapienza, è un giornalista professionista. Inizia a lavorare a diciannove anni presso la Banca Commerciale Italiana, quando lascia la banca entra all'Avanti!, quotidiano del Partito Socialista Italiano, di cui diviene redattore capo. Capo ufficio stampa dei ministri Formica e De Michelis, diviene Direttore Generale del Ministero del Lavoro. Ricopre vari incarichi: Vice Presidente CIT (Compagnia Italiana Turismo), membro del CIP (Commissione Interministeriale Prezzi), membro del CdA di BNL, INAIL e del Collegio Sindacale di INPS, Amministratore delegato di Filtrati, coordinatore per attività all'estero del gruppo ATI (Azienda Italiana Tabacchi - Monopoli di Stato).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome: