11.5 C
Roma
martedì 13 Aprile 2021

Sfogliando il New York Times Gli oratori coprono di lodi Trump come una roccia del partito repubblicano,...

Gli oratori coprono di lodi Trump come una roccia del partito repubblicano, con la famiglia in testa

Autore del contenuto

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DI  OGGI MERCOLEDI’  24 AGOSTO

Nota personale: faccio la stessa premessa di ieri e cioe’: parte della prima pagina e’ dedicata al secondo giorno della convention repubblicana, ma faccio fatica a parlarne per il senso di nausea che mi da’. E’  un condensato di tutto cio’ che e’ Trump: bugiarderia, sfrontatezza, presunzione, vanagloria….. A tratti quello che senti, da lui, dai suoi famigliari e dai vari “super-fedeli” invitati a parlare, sembra una parodia, “la parodia della convention repubblicana”, tanto quello che dicono e’ lontano dalla verita’ da noi tutti vissuta per quasi 4 anni. Mi limito quindi anche oggi ( e probabilmente domani e dopodomani), scusandomene con i lettori, ai titoli e qualche passaggio preso direttamente dai discorsi e dai commenti del giornale.

PRIMA PAGINA

–      Gli oratori coprono di lodi Trump come una roccia del partito repubblicano, con la famiglia in testa. Adottando un tono piu’ cauto in un tentativo di raggiungere i votanti moderati. La famiglia: oggi hanno parlato la moglie Melania e due dei figli, Eric e Tiffany. Ieri avavano parlato il figlio Donald Jr e la sua compagna Kimberly Guildoyle, giovedi’ parlera’ la figlia Ivanka. I loro discorsi “hanno infuso nel partito un’atmosfera di ambizioni dinastiche”. Al mattino Trump aveva perdonato un rapinatore di banche, nel pomeriggio il discorso ultra-elogiativo di Pompeo da una terrazza di Israele. I tre eventi sottolineano – se ce n’era bisogno – “la capacita’ di Trump di imporre la sua volonta’ nell’evento piu’ importante del ciclo elettorale”.

–      I goal di Trump sono i loro goal, e i messaggi-twitter non contano. Secondo i democratici e molti indipendenti “Trump ha stracciato le norme del comportamento presidenziale con i suoi messaggi razzisti e divisivi; l’uso delle agenzie federali per far avanzare i suoi interessi e quelli dei suoi familiari e amici; e – peggio ancora – il suo distacco dal gestire l’epidemia. Ma non importa. Per i suoi sostenitori “ ha avuto successo a rinforzare il confine col Messico, a nominare giudici conservatori, ad affrontare la Cina e a mettere l’America prima”.

–      Da buon soldato Pence sta sulla sottile linea fra lealta’ e futuro. Nominato da Trump a capo del gruppo che doveva combattere il virus, non l’abbiamo mai sentito pubblicamente e Trump l’ha spesso contraddetto nei suoi rapporti con i governatori. Ma come lui stesso ha detto a Trump: “Comunque alla fine siamo con te”.

–      Combattendo il caldo, gli incendi e il virus al raccolto. Un brutale lavoro estivo diventa ancora piu’ duro in condizioni in cui si lavora dalle 4 del mattino perche’ alle 10 e’ gia’ troppo caldo per continuare.

–      Un’occhiata estiva alla vita post-coronavirus suscita paure per l’autunno. Le infezioni sono scese, cene e drinks sono serviti sotto le stelle, amici si riuniscono in parchi e sulle spiagge come se fosse tutto superato. Ma nel profondo, tutti si preoccupano di come sara’ quando l’estate cedera’ all’autunno e potranno affacciarsi nuovi “sconosciuti”.

 PAGINE INTERNE

–      Angoscia per gli spari della polizia. Molti in Wisconsin sono rimasti scioccati quando edifici sono andati in fiamme dopo che la polizia ha sparato a Jacob Blake nella schiena mentre saliva in macchina? Ma oltre che brutali, come fanno i poliziotti a essere cosi’ stupidi ?

–      Aerolinea avverte dei tagli al lavoro. American Airlines ha detto che licenziera’ 19.000 dipendenti se non ricevera’ aiuti dal governo.

–      No sintomi, no necessita’ di test. Il centro controllo delle malattie infettive ha modificato le sue istruzioni, ma qualche esperto non e’ d’accordo.

–      Il Met pronto a brillare di nuovo. Con meno gente e nuove regole, il Metropolitan Museum, il piu’ grande del paese, e’ pronto a ricevere i visitatori a partire da domani giovedi’.

–      Corsa a conquistare un tavolo in Inghilterra. Gli inglesi si sono precipitati in ristoranti e pubs approfittando di un’ offerta del governo di pagare meta’del conto.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.