9.4 C
Roma
lunedì 29 Novembre 2021
In evidenza Green Pass: la sconfitta degli egoismi

Green Pass: la sconfitta degli egoismi

Autore del contenuto

[GTranslate]

Molto si è scritto a proposito dei cortei Novax in più città, anzi si sono stampati molti più articoli, messaggi, registrati podcast, ecc. di quanti sono stati i pochi partecipanti a queste micro manifestazioni. Articoli supponenti in difesa della Comunità, della vaccinazione di massa, della salute e della vita dei tanti che hanno subito i mesi di lockdown, la perdita di amici e parenti, la segregazione delle zone rosse ed arancio ecc.

Poco si è detto della qualità degli scalmanati che invocavano la libertà! Ma quale libertà? Quella di contagiare gli innocenti, di protrarre senza limiti la pandemia, di fare morire altre persone anziane e giovani, di gravare loro stessi sul bilancio del Servizio Sanitario Nazionale quando a loro volta si infetteranno e dovranno essere curati col denaro di tutti. Hanno anche trovato qualcuno che ha voce in capitolo che li ha difesi e che per propri secondi fini ha fatto finta di dimenticare che la libertà individuale può realizzarsi solo nel rispetto degli altri. Così la politica, anzi la malapolitica è andata al di là dell’etica!

Questa infelice furia Novax ha ricordato a molti una storica sentenza del genio italico: “la mamma dei cretini è sempre incinta”. Il Novax è stato il trionfo degli egoismi: di fronte al Green Pass tutte le corporazioni si sono dichiarate favorevoli a tutto, tranne al proprio “particulare”, eccitando il dissenso.

Anche i fumatori protestarono quando fu emesso il divieto di fumare al cinema, erano gli anni 80 del secolo scorso. Le proteste si ripeterono 20 anni dopo quando il divieto di fumare fu esteso ai ristoranti. Tuttavia oltre 10 milioni di italiani seguitarono a fumare, gli uomini che smisero furono rimpiazzati dalle donne in base ad una malintesa rivoluzione di genere che mantenne numericamente inalterata la strage per cancro del polmone. Almeno 30 mila dei 35 mila casi/anno in Italia erano e sono fumo-correlati cioè sono causati da una individuale scelta di libertà! Tuttavia quando la malattia si manifesta il costo di quelle scelte grava sul Servizio Sanitario Nazionale ossia sulla comunità. Per non parlare dei negativi effetti del fumo passivo.

Con i Novax ci risiamo. Oggi dei quasi 3 mila infetti ricoverati per sintomi nei reparti appositi, la gran parte non sono vaccinati e soprattutto lo stesso avviene per i quasi 300 che sono in Terapia Intensiva con tante prognosi infauste per i quali a pagare i costi delle cure è sempre Pantalone!

Perché Novax? Diciamoci la verità sulle cause. Prima causa è la PAURA, paura della puntura, paura del farmaco. Seconda causa la PRESUNZIONE, presunzione di essere capaci di evitare il contagio, presunzione di essere invincibili. Terza causa la POLITICA ossia la contestazione, contestazione del sistema, contestazione del Governo e delle Istituzioni, prevalentemente da destra: si è vista Casapound, ma non i black block. Quarta causa la STUPIDITA’ ossia l’insufficienza intellettiva! Ma forse quest’ultima è la caratteristica prevalente anche nei casi di paura, di presunzione, di malapolitica.

Tuttavia il Paese, e non solo il nostro, rischia di essere prigioniero di questa minoranza inqualificabile e incapace di comprendere il valore della scienza, responsabile del persistere e del diffondersi della pandemia e dei relativi costi in denaro ed in vite umane. L’azione governativa e sociale può certamente incidere positivamente riducendo la paura e la presunzione, ma più difficile sarà ricondurre alla ragione la malapolitica e la stupidità individuale.

Il Green Pass è una prima eccellente soluzione: se i giovani contestatori vogliono  andare in discoteca debbono vaccinarsi, altrimenti vadano a ballare ciascuno a casa propria. Se gli adulti negazionisti vogliono andare al ristorante potranno occupare solo tavoli all’aperto, anche col sole a 40 gradi o con la pioggia, ecc. ecc.  Sembrava un provvedimento morbido invece è molto duro, a favore della grande maggioranza della popolazione che ha fatto grandi sacrifici ed alla fine, pur con qualche preoccupazione, si è riconosciuta nel progresso e nella scienza.

Se il Green Pass e la attuale normativa non saranno sufficienti si troveranno contro i Novax altri sistemi di isolamento e di emarginazione nel sociale, nel lavoro, nel tempo libero, a tutela del futuro del Paese. Sino alla vaccinazione obbligatoria. In Francia, dove la campagna vaccinale stentava a decollare, le restrizioni per i Nocovid senza Green Pass hanno provocato nell’ultimo mese ben 7 milioni di nuovi vaccinati avvicinandosi così alla media europea. Ciononostante le restrizioni sono state ulteriormente estese, ad esempio non è più possibile per i non vaccinati ossia privi di Green Pass, accedere a bar e ristoranti sia al chiuso che all’aperto!

Insomma con le buone o con le cattive lo scopo sarà raggiunto nell’interesse collettivo anche dei Nocovid che attualmente stanno riempendo i Reparti ospedalieri dei contagiati e purtroppo per loro anche le Rianimazioni!






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.