12.6 C
Roma
venerdì 5 Marzo 2021

Sfogliando il New York Times I nuovi bisognosi d’America

I nuovi bisognosi d’America

Autore del contenuto

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DI OGGI VENERDI’ 4 SETTEMBRE.

PRIMA PAGINA

–      Un’estate di bisogno. Grande fotografia di una bambina che festeggia il suo compleanno seduta su un tavolo da cucina. La didascalia: Milioni di persone alla guida di camioncini e anche di auto di lusso, hanno fatto la coda alle dispense alimentari a causa della perdita del lavoro causata dell’epidemia. In conversazioni, le famiglie hanno parlato di gratitudine e vergogna, e come ci si sente a non scegliere quello che mangi.  Seguono quattro intere pagine, intitolate “ I nuovi bisognosi d’America”, di fotografie, storie e numeri, fra cui: 30 milioni il numero di Americani che hanno dichiarato in luglio che non avevano abbastanza da mangiare; 585 milioni il numero di pasti distribuiti in luglio da Feeding America, l’ente che controlla il piu’ grande numero di food banks; 54 milioni il numero di Americani che potrebbero essere insicuri di avere da mangiare prima della fine dell’anno.

–      Gli Stati Uniti preparano la causa anti-trust contro Google. Il ministro della giustizia, Barr, ignora i consigli degli avvocati di andarci piano e vuole portare in causa Alphabet (la compagnia che controlla Google e YouTube) prima della fine di settembre.

–      La polizia di Rochester (New York) sospende i poliziotti per la morte di un uomo nero, con cinque mesi di inspiegabile ritardo. L’uomo si aggirava per le strade di notte, nudo, gridando che aveva il coronavirus e sputando in giro. I poliziotti prima gli avevano messo un cappuccio, poi l’hanno buttato per terra e gli hanno schiacciato il collo col ginocchio per due minuti. E’ morto poco dopo all’ospedale. L’episodio non ha ricevuto attenzione pubblica fino a ieri, quando la famiglia ha ottenuto e resi pubblici i video della polizia. Rochester e’ così diventata l’ultima di una purtroppo lunga serie di citta’ stravolte dalla brutalita’ della polizia.

–      Decenni di successi spazzati via in America Latina. L’epidemia obbliga una generazione a mettere gli studi in sospeso. Negli ultimi vent’anni milioni di Latino-americani  sono diventati i primi delle loro famiglie ad andare all’universita’, creando la speranza che una generazione fosse spinta ad alti livelli professionali. Ma con l’epidemia che devasta le economie, un allarmante rovescio e’ in corso: milioni di studenti universitari stanno lasciando gli studi. 

–      La tattica preferita da Trump: spargere diffidenza.  Per decenni Trump ha sparso diffidenza in tutto quello che ha toccato:  dagli Indiani quando si opponeva a che ottenessero il permesso di aprire casino’ al luogo di nascita di Barak Obama, dai servizi segreti all’investigazione sulla Russia che lui chiama ‘una bufala’, il suo goal e’ sempre quello di indebolire l’opposizione spargendo false notizie senza alcun fondamento. L’ultima e’ stata quella di dar credito a una teoria secondo la quale i morti per covid in America erano stati 9.000, non 185.000. E la prossima, temiamo, sara’ quella di dire che le elezioni sono state truccate.

–      Biden si dichiara alleato dei dimostranti. In chiaro contrasto con Trump, Biden a Kenosha e’ stato per un’ora con la famiglia di Blake e ha respinto l’approccio divisivo di Trump sul problema razziale, offrendo una visione centrata sull’unita’ nazionale. E sostenendo la legittimita’ delle proteste pubbliche come le marce pacifiche.

PAGINE INTERNE

–      Dubbi sui tempi del vaccino. Il capo dei consiglierei della Casa Bianca sul vaccino ha dichiarato che e’ molto improbabile che un vaccino sia pronto prime delle elezioni.

–      Oltraggiati e disimpegnati. Molti residenti neri di Kenosha non sono convinti che semplicemente andando a votare si possano risolvere problemi del sistema.

–      “E’ illegale votare due volte”: funzionari delle elezioni respingono Trump, che in un discorso mercoledi’ aveva incoraggiato i residenti in Nord Carolina a tentare di votare piu’ volte.

–      Riavviando i circuiti. La California ricorre alle batterie quando la domanda di elettricita’ eccede le disponibilita’, durante un’ondata di caldo.

–      Azioni di facebook durante le elezioni. Facebook ha detto  che prendera’ speciali misure  per ridurre  la disinformazione e le interferenze durante le elezioni.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.