9.7 C
Roma
mercoledì 3 Marzo 2021

Network L'Abruzzo ad Hollywood per riportare i suoi talenti in Regione

L’Abruzzo ad Hollywood per riportare i suoi talenti in Regione

Autore del contenuto

E’ iniziata la campagna promozionale indetta dalla Regione Abruzzo per riportare nella Regione i suoi talenti nel campo audiovisivo, e Hollywood è la tappa principale.

Per arrivare alla Mecca del cinema, la campagna è iniziata a Cannes a metà ottobre durante il MIPCOM, la principale fiera dell’audiovisivo del mondo. La Regione è arrivata in Costa Azzurra con un inserto promozionale sul mensile Cinema & Video e con un’inserzione pubblicitaria (foto) sul quotidiano fieristico VideoAge Daily.

abruzzo

L’annuncio spiega con un gioco di parole che “In Hollywood ci sono molti talenti abruzzesi perché la Regione ha tutto ciò di cui Hollywood necessita”.

La campagna è continuata a Roma alcuni giorni dopo, durante il Mercato Internazionale dell’Audiovisivo (MIA) con la distribuzione dell’inserto di Cinema&Video e passerà poi ad Hollywood ai primi di novembre sia con l’inserto che con l’edizione speciale di VideoAge Daily che conterrà un servizio sulla nascente Abruzzo Film Commission.

L’Abruzzo è quella regione italiana in cui si ci può imbattere in volantini che avvertono di non avvicinare i nativi orsi marsicani e forniscono invece una serie di regole per convivere con questi animali protetti (a rischio di estinzione), quando questi escono dai confini dei grandi parchi naturali della Regione. 

L’orso abruzzese ricorda gli orsi che vivono nei parchi della California e sono addirittura riprodotti sulla bandiera di quello stato. E proprio la California, ed in particolare Hollywood, è la meta della nascente Abruzzo Film Commission (AFC) con la sua nuova creazione: l’Abruzzo Film Commission Advisory Board (AFCAB). L’entità sarà presentata ai produttori cinematografici e televisivi di Hollywood il 9 novembre 2019 con una conferenza stampa seguita da un rinfresco all’hotel Viceroy di Santa Monica, durante l’American Film Market, la principale fiera dell’audiovisivo di Hollywood. 

Il Consiglio dell’AFCAB sarà composto da alcuni dei migliori talenti cinematografici e televisivi del Nord America, originari dall’Abruzzo e che ora lavorano a/per Hollywood. 

 L’obiettivo del Consiglio è far leva sul loro prestigio e la loro influenza per promuovere la Regione come meta per le produzioni cinematografiche e televisive americane e canadesi. Infatti, se l’Abruzzo non può contare sui massicci contributi offerti invece da altre Regioni, può però contare sul più alto numero di talenti ad Hollywood rispetto a qualsiasi altra regione italiana.

A presentare l’AFCAB sarà una delegazione della Regione Abruzzo composta da Mauro Febbo, assessore per le attività economiche, turistiche, culturali ed intrattenimento, e Francesco Di Filippo, amministratore dell’AFC, con il supporto logistico della sede di Los Angeles dell’ ENIT (Ente Nazionale Italiano per il Turismo).

Il sito web dell’AFC è http://filmcommission.regione.abruzzo.it

abruzzo

Nella foto (da s. a d.): l’amministratore dell’AFC Francesco Di Filippo, Dom Serafini della rivista VideoAge, l’assessore Mauro Febbo, Paolo Di Maira della rivista Cinema&Video, l’amministratore dell’AFC Donato Silveri.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.