10.5 C
Roma
giovedì 15 Aprile 2021

Brava gente Stagione di fagotto

Stagione di fagotto

Autore del contenuto

Stagione di fagotto? Sai cosa indica e perchè?

Dopo tanto tempo incerto: il calore che proviene dal fuoco consiglia un modo di mangiare più semplice, che privilegia frutta e verdura cotta o cruda. I re della stagione sono i pomodori, crudi o usati per preparare sughi di rapida cottura, aromatizzati con sua eccellenza il basilico, uno dei sovrani della stagione.

E’ il tempo dei fagottari, di quelli cioè abituati a trascorrere la domenica e gli altri giorni festivi in campagna o al mare, un’usanza particolarmente diffusa a Roma fin dai tempi più antichi.

fagottari
Fagottaro: “termine romanesco indicante persona che si porta il cibo in un fagottello nelle osterie di campagna dove si paga solo la consumazione del vino”. Photo credit: Corriere della Sera

Il fagotto

Per il cibo nessun problema:  maccaroni con un buon ragù, salamini, qualche fetta di cacio cavallo, mezza pagnotta, tutto raccolto al centro di una tovaglietta quadrata,  poi chiusa annodando al centro i quattro angoli. Il fagotto è pronto.

Il problema era molti anni fa quello di trovare “fuori  le porte” un’osteria che non avesse affisso sull’uscio il cartello con la scritta: “vietato l’ingresso ai fagottari”, a quelli cioè che occupavano il tavolo di legno per stendere la tovaglia e mangiare spendendo solo pochi baiocchi per un litro di vino bianco dei castelli e due gassose “pe’ i ragazzini”: meglio per gli osti tenere lontano simili avventori, sperando in clienti disposti a spendere qualche soldino magari per un  piatto di panzanella, fette di pane (eventualmente abbrustolite) condite con olio e pomodoro, sfregamento di aglio a piacere.

Un cibo di riguardo erano anche le puntarelle, radici di cicoria condite con olio e aceto, alici facoltative.

Al tramonto si tornava a casa, un tempo con il carro a cavalli…






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.