Continua ad essere una garanzia la “trattoria moderna” di Claudio Sadler, nonostante qualche defaillance riscontrata nell’ultima visita. A pranzo propone una comoda formula divisa in due tipologie: il piatto unico con un dolce finale e la proposta del giorno che comprende un assaggio di primo e di secondo più il dolce. Noi abbiamo optato per quest’ultima, assaggiando un discreto farro all’insalata con gamberi al vapore, dove i crostacei erano belli sodi e carnosi, mentre il cereale era al limite della cottura e monopolizzato dal cetriolo che faceva parte delle verdure che lo condivano; migliori le alici panate e fritte, solo leggermente unte e servite con una brunoise di verdure. In chiusura un buon semifreddo al mojito con carpaccio di ananas, un dolce fresco e leggero ideale per chiudere il pasto.

Plauso per l’olio servito su richiesta al tavolo (di un ottimo produttore siciliano) accompagnato da un cestino del pane composto da focaccia, taralli (poco fragranti), pane e grissini. La lista dei vini al calice è riportata dietro il menù del giorno e comprende diverse opzioni alla mescita dai ricarichi corretti.

Milano: ristorante Chic'n Quick
Milano: ristorante Chic’n Quick

Chic’n Quick: ambiente

La sala stretta e lunga è arredata in modo semplice e funzionale, con i tavolini su entrambi i lati apparecchiati con delle tovagliette all’americana.

Servizio: Cortese e disponibile, anche se un po’ lento a locale pieno.

Voto: 4/5

Chic’n Quick, Via Ascanio Sforza, 77 – Milano. Telefono 02/89503222


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



La Pecora Nera
Innanzitutto perché Pecora Nera? Perché vogliamo essere una voce fuori dal coro nel mondo dell’enogastronomia. E’ sotto gli occhi di tutti quello che sta avvenendo con la cucina e il vino da tempo diventati un fenomeno di massa e di costume: gli interessi economici sono cresciuti a dismisura e gli investimenti pubblicitari “guidano” ormai gran parte dei contenuti dell’editoria di settore. Il nostro punto di forza è il non avere conflitti di interesse con i soggetti valutati in modo critico nelle nostre guide, così da poter scrivere nell’interesse unico del lettore. Per scriverci: info@lapecoranera.net