Nell’affollato panorama di Pietralata, ormai vero e proprio distretto del food, questo locale si distingue per una location molto originale, ricavata negli spazi prima occupati da un’officina (ecco spiegata l’origine del nome), ora relegata nella parte laterale del capannone. Il fiore all’occhiello della proposta è costituito dalla grande varietà di birre alla spina disponibili (circa 10/12) che ruotano con buona frequenza durante l’anno; sono raccontate in una lavagna posta dietro il bancone, con possibilità per chi è indeciso di assaggiare prima dell’ordine. Accompagnano un’offerta gastronomica ben studiata, che prevede sia preparazioni da consumazione veloce con prezzi da ristorante – molto buono l’hamburger di manzo danese (180g) e pure quello vegano di patate, cavolo verza e cavolo rosso – sia preparazioni più tradizionali suddivise in antipasti, primi e secondi.

Noi abbiamo assaggiato dei gustosi felafel e lo smørrebrød di salmone, degli sfiziosi crostini di pane nero di segale con burro al lime, salmone marinato agli agrumi, uova di lompo e maionese al wasabi, per proseguire con un rassicurante polpo croccante su crema di ceci e rosmarino e una meno convincente tartare di fassona, tagliata al coltello ma un po’ tenace, accompagnata da tuorlo d’uovo, capperi, cipolla rossa e cetrioli sottaceto. Non all’altezza delle aspettative le chips di patate fatte in casa.

Roma: Inofficina, risto-pub
Roma: Inofficina, risto-pub

Inofficina: ambiente

Molto particolare, un valido esempio di recupero di un’area industriale, con lo spazioso interno arredato in modo minimal ma arricchito da alcuni particolari vintage, e l’esterno particolarmente godibile in quanto ben isolato dalla trafficata Via di Pietralata.

Servizio: Alla mano e ben organizzato.

Voto 3/5

Inofficina, Via Mesula, 12 – Roma. Telefono 06/83707012

Recensione tratta da La Pecora Nera Editore


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



La Pecora Nera
Innanzitutto perché Pecora Nera? Perché vogliamo essere una voce fuori dal coro nel mondo dell’enogastronomia. E’ sotto gli occhi di tutti quello che sta avvenendo con la cucina e il vino da tempo diventati un fenomeno di massa e di costume: gli interessi economici sono cresciuti a dismisura e gli investimenti pubblicitari “guidano” ormai gran parte dei contenuti dell’editoria di settore. Il nostro punto di forza è il non avere conflitti di interesse con i soggetti valutati in modo critico nelle nostre guide, così da poter scrivere nell’interesse unico del lettore. Per scriverci: info@lapecoranera.net