Un’apertura relativamente recente, solo qualche anno di vita, ma un’ottima cucina a prezzi contenuti nel centro di Torino. Un menù stagionale con quattro o cinque scelte per ogni tipologia di antipasti, primi e secondi che si rifanno per lo più alla tradizione gastronomica piemontese pur con qualche modifica e qualche piatto di cucina di pesce o di tradizione regionale italiana: troviamo, quindi, il tonno di coniglio con agretti, verdurine croccanti e pinoli tostati ma anche spaghetti alla chitarra con ragù di ombrina, cime di rapa e pane tostato al prezzemolo, la punta di petto di vitello con prugne, mele e uvetta a fianco dello zimin di ceci da tradizione ligure. Una limitata ma variegata carta dei vini e un’interessante scelta di etichette in mescita (Dolcetto, Barbera, Grignolino, Arneis) della cantina Vinchio Vaglio.

Torino: Ballatoio - Bistrot di ringhiera
Torino: Ballatoio – Bistrot di ringhiera

Per la nostra cena abbiamo iniziato con un ottimo fagottino di pasta fillo con patate viola, asparagi, piselli con couscous al curry, dal guscio croccante e con l’ottimo sapore di tutte le verdure, anche di quelle in accompagnamento. A seguire due gustosi primi piatti: le trofie con pesto di pomodorini secchi e stracciatella su crema di zucchine e bucatini di pasta fresca con fave, guanciale e pecorino, dove in entrambi l’ottima qualità della pasta fresca era ben legata ai condimenti. Soddisfacente la guancia di vitello brasata, servita con un tortino di patate (dolci) americane e verdure di primavera, con la carne tenera e un’ottima riduzione di vino rosso a completamento. Per concludere due dolci – tiramisù e mousse di latte allo zafferano – entrambi buoni ma non indimenticabili e soprattutto con una mise en place meno curata e più sbrigativa rispetto ai piatti precedenti.

Da premiare l’ottimo rapporto qualità prezzo e il fatto che nel coperto (1€) è compresa l’acqua microfiltrata e un ottimo pane (alle olive e di segale).

Ballatoio – Bistrot di ringhiera: ambiente

Dentro il locale è molto accogliente, con il soppalco su cui è stato ricostruito un ballatoio tipico delle case di ringhiera di inizio secolo, ma se la bella stagione lo consente, il dehor su Via Principe Amedeo è un’ottima soluzione. All’interno qualche affiches d’epoca e mobili retrò colorati rendono l’ambiente familiare e ospitale.

Servizio: Cortese, veloce e disponibile.

Voto 4/5

Ballatoio – Bistrot di ringhiera, Via Principe Amedeo, 22/c – Torino. Telefono 011/19640771

Recensione tratta da La Pecora Nera Editore


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



La Pecora Nera
Innanzitutto perché Pecora Nera? Perché vogliamo essere una voce fuori dal coro nel mondo dell’enogastronomia. E’ sotto gli occhi di tutti quello che sta avvenendo con la cucina e il vino da tempo diventati un fenomeno di massa e di costume: gli interessi economici sono cresciuti a dismisura e gli investimenti pubblicitari “guidano” ormai gran parte dei contenuti dell’editoria di settore. Il nostro punto di forza è il non avere conflitti di interesse con i soggetti valutati in modo critico nelle nostre guide, così da poter scrivere nell’interesse unico del lettore. Per scriverci: info@lapecoranera.net