Per gli amanti della gastronomia d’Oltralpe il bistrot di San Salvario è una chicca da non farsi scappare. Il locale dispone di una bella sala spaziosa dove è possibile fermarsi per assaggiare le specialità della casa, ogni giorno sono preparati delle tradizionali quiche, i croque-monsieur e i paté a cui si aggiungono i formaggi. La scelta delle bevande non è da meno, non possono mancare gli aperitivi tipici francesi come il pastis e il kir ma anche vini al calice e sidri.

Per il nostro “happy hour” abbiamo scelto la selezione di 5 formaggi serviti su un piatto di ardesia e posizionati dal più delicato al più saporito, sapientemente descritti dal personale e accompagnati da una marmellata di agrumi e da pane, a nostro avviso non all’altezza del resto. Per accompagnare il tagliere abbiamo optato per una birra artigianale bionda, molto fruttata ma per nulla stucchevole e con una bella nota amara.

Si Vu Plé
Torino: Si Vu Plé, enogastronomia francese (facebook.com)

Si Vu Plé: ambiente

Il locale era un vecchio panificio della città in cui è ancora presente l’arredamento storico: gli scaffali di legno raccolgono i prodotti francesi e un bel bancone refrigerato contiene gli invitanti formaggi, mentre la sala è ampia a sufficienza per contenere tavoli e sedie per una pausa golosa.

Servizio: Il personale è preciso e accurato nel descrivere i prodotti, rapido ed efficiente. Prenotazione consigliata.

Voto: 3/5

Si Vu Plé, Via Claudio Luigi Berthollet, 11 – Torino. Telefono 011/4279854

Recensione tratta da “Il Saporario – Torino” de La Pecora Nera Editore.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



La Pecora Nera
Innanzitutto perché Pecora Nera? Perché vogliamo essere una voce fuori dal coro nel mondo dell’enogastronomia. E’ sotto gli occhi di tutti quello che sta avvenendo con la cucina e il vino da tempo diventati un fenomeno di massa e di costume: gli interessi economici sono cresciuti a dismisura e gli investimenti pubblicitari “guidano” ormai gran parte dei contenuti dell’editoria di settore. Il nostro punto di forza è il non avere conflitti di interesse con i soggetti valutati in modo critico nelle nostre guide, così da poter scrivere nell’interesse unico del lettore. Per scriverci: info@lapecoranera.net