19.9 C
Roma
giovedì 28 Maggio 2020

Giampaolo Sodano

Artigiano, mastro oleario, giornalista e dirigente d’azienda, Giampaolo Sodano è nato a Roma. Prima di vincere nel 1966 un concorso ed entrare in Rai come funzionario programmi svolge una intensa attività pubblicistica come critico letterario e cinematografico. Nel 1971 è giornalista professionista. Nel 1979 è dirigente d’azienda della RAI. Nel 1983 è eletto deputato al Parlamento. Nel 1987 torna all’attività professionale in RAI ed è nominato vice-presidente e amministratore delegato di Sipra e successivamente direttore di Raidue. Nel 1994 è direttore generale di Sacis e l’anno successivo direttore di APC, direzione acquisti, produzioni e coproduzioni della Rai. Nel 1997 si dimette dalla RAI e diventa direttore di Canale5. Una breve esperienza dopo della quale da vita ad una società di consulenza “Comconsulting” con la quale nel 1999 collabora con il fondo B&S Electra per l’acquisizione della società Eagle Pictures spa di cui diventa presidente. Nel 2001 è eletto vicepresidente di ANICA e Presidente dell’Unidim (Unione Distributori). Dal 2008 al 2014 è vicepresidente di “Sitcom Televisione spa”. E’ stato Presidente di IAA. Sezione italiana (International Advertising Association), Presidente di Cartoons on the bay (Festival internazionale dei cartoni animati) e Presidente degli Incontri Internazionali di Cinema di Sorrento. Ha scritto e pubblicato “Le cose possibili” (Sugarco 1982), “Le coccarde verdemare” (Marsilio 1987), “Nascita di Venere” (Liguori editore 1995). Cambia vita e professione, diventa artigiano dell’olio e nel 1999 acquista un vecchio frantoio a Vetralla. Come mastro oleario si impegna nell’attività associativa assumendo l’incarico prima di vicepresidente e poi direttore dell’Associazione Italiana Frantoiani Oleari (AIFO). Con sua moglie Fabrizia ha pubblicato “Pane e olio. guida ai frantoi artigiani” e “Fuga dalla città”.

Giampaolo Sodano

Artigiano, mastro oleario, giornalista e dirigente d’azienda, Giampaolo Sodano è nato a Roma. Prima di vincere nel 1966 un concorso ed entrare in Rai come funzionario programmi svolge una intensa attività pubblicistica come critico letterario e cinematografico. Nel 1971 è giornalista professionista. Nel 1979 è dirigente d’azienda della RAI. Nel 1983 è eletto deputato al Parlamento. Nel 1987 torna all’attività professionale in RAI ed è nominato vice-presidente e amministratore delegato di Sipra e successivamente direttore di Raidue. Nel 1994 è direttore generale di Sacis e l’anno successivo direttore di APC, direzione acquisti, produzioni e coproduzioni della Rai. Nel 1997 si dimette dalla RAI e diventa direttore di Canale5. Una breve esperienza dopo della quale da vita ad una società di consulenza “Comconsulting” con la quale nel 1999 collabora con il fondo B&S Electra per l’acquisizione della società Eagle Pictures spa di cui diventa presidente. Nel 2001 è eletto vicepresidente di ANICA e Presidente dell’Unidim (Unione Distributori). Dal 2008 al 2014 è vicepresidente di “Sitcom Televisione spa”. E’ stato Presidente di IAA. Sezione italiana (International Advertising Association), Presidente di Cartoons on the bay (Festival internazionale dei cartoni animati) e Presidente degli Incontri Internazionali di Cinema di Sorrento. Ha scritto e pubblicato “Le cose possibili” (Sugarco 1982), “Le coccarde verdemare” (Marsilio 1987), “Nascita di Venere” (Liguori editore 1995). Cambia vita e professione, diventa artigiano dell’olio e nel 1999 acquista un vecchio frantoio a Vetralla. Come mastro oleario si impegna nell’attività associativa assumendo l’incarico prima di vicepresidente e poi direttore dell’Associazione Italiana Frantoiani Oleari (AIFO). Con sua moglie Fabrizia ha pubblicato “Pane e olio. guida ai frantoi artigiani” e “Fuga dalla città”.
Advertisment

Perchè ricordiamo Gianni De Michelis

Il 25 aprile, anniversario della liberazione, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella come ogni anno ha salito la scalinata del Milite Ignoto. È solo, non c’è nessuna cerimonia, manda un...

Online il nuovo Mondo Mangiare: il Magazine del gusto.

Nessuno se lo ricorda. Il 2018 fu celebrato “Anno nazionale del cibo italiano”. Lo proclamarono due ministri, Dario Franceschini e Maurizio Martina. Il programma dei due ministri...

Pino Zac un artista dimenticato

Aveva una gran voglia di vivere, di creare, di inventare. Forse per questo Pino Zac interrompe gli studi di architettura e a soli vent'anni crea Gatto Filippo, primo fumetto in...

Da dove ripartire per ricostruire il Paese?

Maurizio Primanni è fondatore e presidente del Gruppo Excellence, un gruppo di società specializzate nella consulenza manageriale, nella formazione e nell’innovazione digitale. Sin dall’avvio della sua attività...

Un virus mutante e un presidente sconosciuto

Sentiamo il dovere di intervenire. Non lo abbiamo fatto prima di ora perché avremmo soltanto sovrapposto (e quindi inutilmente) le nostre parole scritte alle tante scritte e dette su questo...

Andar per frantoi

di Fabrizia Cusani e Giampaolo Sodano Leggendo la storia dell’olio, girando l’Italia, si scopre con meraviglia quanto sia antica e insieme attuale l’arte di estrarre l’olio dalle olive. Sembra che...

C’era una volta… e ci vuole ancora un Vangelo Riformista

E’ necessario ragionare come ha fatto Roberto Giachetti sul Foglio e Daniele Fichera su Moondo seguendo i buoni consigli di Giuliano Ferrara C'è in giro una gran voglia...

C’era una volta… Il vangelo socialista

Basta con le commemorazioni e con le polemiche su latitante o perseguitato. Le ideologie del ‘900 sono pagine di storia. Il PSI è finito con la diaspora e la morte...