13.6 C
Roma
lunedì 19 Ottobre 2020

Diario di una quarantena La morte dà valore alla vita

La morte dà valore alla vita

Autore del contenuto


Di Rachele Botte

Migliaia sono le domande e i sentimenti, talvolta contrastanti, che ci poniamo e percepiamo quotidianamente circa la morte.
Cos’è effettivamente la morte? Vuoto totale? Assenza di ogni percezione? L’ultimo stadio della nostra vita o un nuovo inizio? Potremmo passare intere giornate a interrogarci su tale argomento, ma le risposte non riuscirebbero mai ad appagarci del tutto. La morte non è in opposizione alla vita, non c’è dualismo in questo, come molti pensano. Al contrario, la vita e la morte sono complementari. Nella morte troviamo, dunque, il senso della vita, il suo valore, i suoi limiti temporali, comprendiamo l’importanza del vivere bene ed intensamente quel ‘poco’ che ci è concesso. Riflettiamoci, ogni giorno è come se morissimo sempre di più, in quanto ci avviciniamo repentinamente a quel fatidico momento. Che senso ha, dunque, sprecare il nostro tempo in futilità e nella paura del domani?

Proprio in virtù di questa consapevolezza, dobbiamo cogliere l’invito di afferrare l’oggi, vivere il presente, senza rimpiangere il passato o angosciarci per un incerto futuro. ‘Carpe diem quam minimum credula postero’ affermava il poeta Orazio secoli fa. L’atemporalità di questa massima mi stupisce sempre di più e mi da la spinta per vivere, soprattutto nel momento storico particolare che stiamo attraversando. Mai come in questi giorni, purtroppo, ci troviamo a fare i conti con un numero elevato di morti per colpa del Coronavirus. Uomini, donne, anziani vengono da un momento all’altro strappati alle loro famiglie. Qual è l’atteggiamento che domina in tale circostanza? Siamo terrorizzati, addolorati, cerchiamo, nel nostro piccolo, di agire nel modo più responsabile possibile. Molti ci riescono, altri si comportano da irresponsabili verso se stessi e gli altri. Restiamo uniti, anche se distanti, non lasciamoci consumare da questo nemico. Un giorno, seppur stremati, potremmo fieramente dire di aver vinto insieme, come in una grande famiglia.
Intanto non angosciamoci, ricordiamo, soprattutto, che vita è responsabilità.

Dalla rubrica Diario di una quarantena:






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.