La camera si prepara a votare l’impeachment a meno che Pence agisca

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DEL 12/01/2021

La camera si prepara a votare l’impeachment a meno che Pence agisca. I deputati democratici hanno discusso il testo dell’articolo di “impeachment” su cui voteranno domani, a meno che il vice-presidente Pence usi l’articolo 25  delle aggiunte alla costituzione per rimuoverlo, in quanto “inabile” a svolgere il suo lavoro. Le autorità federali intanto stanno accelerando gli sforzi per mettere il Campidoglio in sicurezza per la giornata del passaggio dei poteri, schierando 15.000 soldati della guardia nazionale. Anche i governatori di molti stati stanno organizzando difese speciali, nel timore che bande armate possano assalire i parlamenti statali.

PRIMA PAGINA

– Circa metà della prima pagina è occupata dalla copia dell’articolo di “impeachment” intitolato: Mettendo sotto accusa Donald John Trump, Presidente degli Stati Uniti, per alti crimini e gravi delitti. Cito i passaggi sottolineati dal NYT: “Trump ha commesso alti crimini e gravi delitti incitando violenza contro il governo degli Stati Uniti”. “Ha fatto dichiarazioni che hanno incoraggiato e scatenato azioni illegali al Campidoglio, come ‘se non combattete alla morte, non avrete più un paese’ “. “Ha chiesto insistentemente al segretario di stato della Georgia, Brad Raffensperger, di “trovare” abbastanza voti per capovolgere il risultato delle elezioni, e gli ha fatto delle minacce se non li avesse trovati”.

– Caccia all’uomo per i saccheggiatori del Campidoglio. Il ministero della giustizia e l’FBI si sono imbarcati in una gigantesca caccia all’uomo in tutto il paese per rintracciare i colpevoli dell’attacco al Campidoglio e i possibili organizzatori, cercando anche di scoprire se possono aver avuto un ruolo organizzazioni terroristiche nazionali o governi stranieri.

– La “marca” Trump perde il suo lustro. L’attacco al Campidoglio di centinaia di facinorosi trumpisti ha provocato un riesame della marca Trump da parte delle compagnie e commerci di lusso che l’hanno sempre sostenuta anche finanziariamente. La reazione è parte di un più vasto allontanamento da Trump, partendo dalle sue banche, alle scuole che gli hanno tolto i titoli onorari e ad importanti esponenti del suo partito che minacciano di uscirne. L’associazione degli avvocati di New York ha messo sotto inchiesta  il suo avvocato personale, Giuliani.

–  Gli estremisti bianchi usano immagini del Cristianesimo nella lotta per Trump. Uno dei gruppi di estrema destra si chiama Proud Boys (Ragazzi Orgogliosi) e, diretto al Campidoglio, si era fermato a pregare Dio in ginocchio di restaurare il loro sistema di valori e ” di avere il coraggio e la forza di rappresentare Te e la nostra cultura”. Poi si sono alzati e andati all’attacco. La presenza di simbologie e ritualità cristiane era evidente mercoledì a Washington, da croci a manifesti e magliette, rendendo evidente un fenomeno che sta crescendo da anni: che le parti più estreme dell’appoggio a Trump si sono intrecciate con il potere della chiesa evangelica americana. Su basi di razzismo, estremismo, anti-semitismo.

PAGINE INTERNE

– Un brillante 2021, con un grande “se”. I proprietari del grande commercio contano su una post-pandemica ripresa mentre la popolazione è vaccinata. Ma prima, devono far passare un brutto inverno.

– I tesori nascosti di Caligola. Articolo e fotografie occupano l’intera prima pagina e due interne del fascicolo sulla scienza. Si parla con grande entusiasmo dei tesori trovati in casa dell’imperatore Caligola,  degli sforzi e del successo del governo italiano e dell’Europa per aprire un museo apposito, il Nymphaseum, nello stesso posto dove stava la casa, nei dintorni di Roma.

– Una teoria del caos: analizzare il comportamento della folla . Martin Luther King Jr. aveva insegnato a molti gruppi di giovani come rispondere alle provocazioni della polizia e che cosa dire (e non dire) se venivano arrestati. 

Condividi
Umberto Bonetti

Umberto Bonetti, nato a Torino nel 1938, laureato in legge e scienze politiche Carriera: RAI di Milano (1962/1967), RAI di Montevideo (Uruguay) (1968/1974), RAI CORPORATION (1974/2000) a New York e Los Angeles. . Dal 2000 in pensione, con vari incarichi di consulenze. Volontariato: Peace Corps in El Salvador, United Nations in Sudan, Unesco in Afghanistan, Unione Europea in Bangladesh. A New York: Metropolitan Museum, Meals on Wheels (distribuzione pasti).

Ultimi articoli

Il patto di difesa degli Stati Uniti con l’Australia disturba la Francia

Il patto di difesa degli Stati Uniti con l'Australia disturba la Francia. Dissidio sulla politica con…

17 Settembre 2021

Ville vesuviane. Non solo il miglio d’oro

Quando si dice ville vesuviane il pensiero, giustamente, corre subito a quel lungo tratto di…

17 Settembre 2021

Guidonia Montecelio: esempio dei danni provocati dallo scontro tra Comune e Regione sulla gestione rifiuti di Roma

di Carmine Laurenzano Una situazione critica che riguarda il territorio di Guidonia Montecelio e non…

17 Settembre 2021

Utilizzare più etica e includere persone formate in filosofia per trattare i temi dell’intelligenza artificiale

Nel mondo dell'industria, il crescente sviluppo di nuove tecnologie come la robotica, l'intelligenza artificiale (AI)…

17 Settembre 2021

Dal 15 ottobre il green pass sarà obbligatorio per tutti i lavoratori

Dal 15 ottobre il green pass sarà obbligatorio per tutti i lavoratori, pubblici e privati,…

17 Settembre 2021

La linea politica per la terza dose è dubbia

La linea politica per la terza dose è dubbia, mentre aumenta il dissenso. Studi contrapposti aumentano…

16 Settembre 2021