Il Club del Libro

Oggi parliamo di Social Media

Mediamente trascorriamo molto tempo ogni giorno su uno o più social media. Come spendiamo il nostro tempo sui social è importante così come imparare a riconoscere pericoli e trappole e maturare quindi un uso consapevole degli stessi. Chiaramente non tutti i social sono uguali, come pubblico e come funzionamento, ma molte dinamiche possono essere accomunate. Oggi ho pensato di condividere con voi una selezione di libri su questo argomento.

In parte li ho letti (i primi 4), in parte li leggerò prossimamente avendoli aggiunti al mio “carrello della spesa”. Allora cominciamo.

  1. L’ANTIDOTO” di Vera Gheno. Questo libro può essere considerato un vademecum sui comportamenti tossici che avvelenano la nostra vita in rete e quali possono essere i corrispettivi antidoti.
  2. LA FINE DEI SOCIAL. E dopo che succede?” di Mario Moroni. Mario Moroni nel suo libro si interroga sul futuro dei social partendo dalle loro premesse e promesse iniziali, la loro evoluzione da social network a social media, toccando vari aspetti da descrivendo tra le righe il nostro rapporto ambiguo e ambivalente e anche un po’ malato con la tecnologia e la società che abbiamo costruito.
  3. SOCIABILITY” di Francesco Oggiano. Il tema di questo libro è come i social stiano sempre più cambiando il nostro modo di informarci e fare attivismo e politica; si parla quindi di fake news e di quelle notizie, le “fuck news” apparentemente perfette, che fanno salire l’indignazione e che vengono ricondivise senza approfondimento e verifica.
  4. POST SOCIAL MEDIA ERA” di Cristiano Carriero e Sebastiano Zanolli. È un saggio tra presente e futuro con una critica costruttiva sulla cosiddetta “Epoca dei Social Media da un lato e una panoramica sulle possibilità di interazione, business e storytelling del prossimo ventennio dall’altro. La perdita della privacy, l’essere continuamente esposti alla pubblicità e a un algoritmo che sceglie cosa dobbiamo guardare, cosa deve piacerci, cosa condividere ci ha portato a perdere fiducia nei social network e a sentirci derubati della risorsa più preziosa, la nostra attenzione.》
  5. SOCIAL NETWORK. COMUNICAZIONE E MARKETING” di Francesco Tissoni e Giulia Rossi. Il testo offre una panoramica su alcuni dei fenomeni più significativi della comunicazione digitale. Vengono poi presi in esame i Social Network e la loro storia, con un occhio particolare ai temi della privacy e delle fake news. La terza parte è dedicata al Social Media Marketing.》
  6. SOCIAL FAME. Adolescenza, social media e disturbi alimentari” di Laura Dalla Ragione e Raffaella Vanzetta. Tutti i giorni vengono pubblicate immagini riguardanti il cibo e l’alimentazione. Quello che per molte persone è solo un modo di condividere un momento piacevole o un lavoro, per tante può diventare un’ossessione: 《il volume indaga la fragilità tipica dell’adolescenza, facile preda di questo continuo bisogno di essere ammirati, costi quel che costi.》
Condividi
Roberto Borgia

Sono un convinto sostenitore dell'apprendimento continuo. Leggere libri aiuta ad allargare i propri orizzonti, ricaricarsi e rifocalizzarsi, dare impulso alla propria carriera. Forse è per questo che a gennaio 2022 ho aperto il gruppo LinkedIn “Il Club del Libro”. Propongo letture ed aperitivi letterari. Se siete quà sapete già che mi chiamo Roberto Borgia, del ramo povero della famiglia, quindi vi racconto qualcosa di più. Sono cresciuto in una casa piena di libri e sarà per questo che adoro le biblioteche ma soprattutto le librerie, girare fra gli scaffali e i ripiani pieni di libri, sfogliarli, respirarli. Sono figlio di due ex camperisti con la passione per i viaggi. Sarà per questo che ho scelto una professione che mi portasse a girare, incontrare persone di paesi diversi, conoscerne le tradizioni, la cultura. La curiosità stimolata dai viaggi e dalle letture ha aiutato. L'essere curioso mi porta ad informarmi sulle novità, a trovare strade diverse per fare le cose e a capire, anche per sommi capi, come funzionano le cose. Fare le cose come le abbiamo sempre fatte non fa per me. Leggere mi rilassa, mi rende "pieno", mi fa "viaggiare con la mente". Ho scoperto che il libro è uno strumento potentissimo di condivisione, di socialità, e sapere che un mio commento o una mia recensione faccia sì che un libro venga letto, ancor più se da una persona che da un po' non leggeva, mi da una scarica di felicità (altro che dopamina) che non ha paragoni. Da qualche anno ho poi sviluppato una passione per il marketing e la comunicazione che mi hanno portato a ricoprire il ruolo di responsabile marketing in Maspero Elevatori S.p.A. Faccio parte della community di WomenX Impact, una community veramente inclusiva edinamica, mossa dagli obiettivi, che condivido, della parità di genere, dell'inclusione, del women empowerment.

Ultimi articoli

Le origini del machismo: tra branding, advertising e molto altro

Il machismo è una delle balle più colossali della storia dell'umanità e ho uno scoop…

20 Maggio 2024

La fine della viralità e la forza delle nicchie

Il LinkedIn Top Post di oggi è di Giampaolo Colletti e ci porta ad una…

20 Maggio 2024

The slight edge

Il dolore del rimpianto è molto più grande di quello della disciplina. The slight edge,…

20 Maggio 2024

Lavorare è collaborare

"Lavorare è collaborare" è il titolo e l'argomento del nuovo libro di Sebastiano Zanolli. Partirei…

20 Maggio 2024

Il potere di adesso

Eckhart Tolle una notte nel mezzo di una depressione e di un periodo difficile comprende…

23 Aprile 2024

Viva la giornata mondiale del libro!

Oggi 23 APRILE si celebra la 𝙂𝙄𝙊𝙍𝙉𝘼𝙏𝘼 𝙈𝙊𝙉𝘿𝙄𝘼𝙇𝙀 𝘿𝙀𝙇 𝙇𝙄𝘽𝙍𝙊 𝙀 𝘿𝙀𝙇 𝘿𝙄𝙍𝙄𝙏𝙏𝙊 𝘿❜𝘼𝙐𝙏𝙊𝙍𝙀 che…

23 Aprile 2024