Brava gente

Toninelli e il cuore

Il Ministro delle Infrastrutture Toninelli, già noto per le sue dichiarazioni piuttosto innovative per un Ministro, come quelle relative al suo barbiere (forse ritenendole cosa di grande interesse per il paese) ed al nuovo ponte autostradale di Genova, intesa come luogo di incontro, nel presentare il suo decreto legge relativo alla ricostruzione del ponte Morandi ed alle provvidenze per i danneggiati, ha invitato a condividere il decreto perchè “scritto con il cuore”, non specificando peraltro che cosa ciò significasse esattamente. Perchè abbia sentito la necessità di affermarlo è apparso subito chiaro, solo un’attenta lettura del decreto ha consentito di ritenere che la precisazione fosse necessaria in quanto il testo potrebbe sembrare a prima vista non un testo legislativo ma un tema scolastico.

I soldi stanziati sono pochini pochini, poco più delle monete di Pinocchio, fatto comprensibile, dati i pochi soldi disponibili dopo aver con il reddito di cittadinanza eliminato la povertà nel nostro paese: è noto però che con il cuore si fa l’elemosina, ma non più di tanto. A proposito della ricostruzione ci sono invece molte regole, tanto che alla fine nessuno ha ben capito chi demolirà il vecchio ponte e chi sarà chiamato a ricostruire il nuovo. L’uso della testa, che avrebbe dovuto presiedere alla redazione del decreto, sembra aver avuto un momento di sospensione, come se un improvviso colpo di vento avesse scompagnato il complesso mosaico. Esclusa dalla ricostruzione la società Autostrade, esclusa l’applicazione della normativa vigente per gli appalti pubblici, tanto da far esprimere perplessità all’autorità contro la corruzione, le soluzioni possibili sono tuttavia restate pochine percorribili solo attraverso strade lastricate da possibili ricorsi ai giudici (difficile eliminare questa possibilità con una legge dato che è prevista nella Costituzione).

Toninelli e il cuore

Non sembra d’altra parte che l’agente segreto infiltrato, che dovrebbe segnalare i possibili casi di corruzione e di infiltrazioni mafiose sia poi una grande cosa, dato che lascia prevedere guai per la persona incaricata se qualche male intenzionato non avesse poi molte preoccupazione per la sua salute.

Ha ragione Sua Eccellenza Toninelli, il parlamento che dovrà convertire in legge il decreto legge non deve badare a tutte queste piccole cose, perchè si tratta di un testo scritto con il cuore ed è noto che al cuore non si comanda. I 17 elettori che gli espressero la loro preferenza quando si presentò alle elezioni del Consiglio Comunale della sua città possono ancora oggi essere fieri del loro ministro. La realtà è che il Ministro Toninelli è un inguaribile ottimista, fino a ritenere che migliaia di automobilisti percorrano ogni giorno un traforo (quello del Brennero per l’esattezza) di cui sono ancora in corso i lavori di realizzazione, sospesi proprio da lui.

Qualcuno potrebbe ritenere che Toninelli sia un antico esponente di quel partito dell’Amore che fondò molti anni fa Ilona Staller (detta Cicciolina) ma sbaglierebbe, quel partito aveva altri obiettivi…

Condividi
Mario Pacelli

Mario Pacelli è docente di Diritto pubblico nell'Università di Roma La Sapienza, per lunghi anni funzionario della Camera dei deputati. Ha scritto numerosi studi di storia parlamentare, tra cui Le radici di Montecitorio (1984), Bella gente (1992), Interno Montecitorio (2000), Il colle più alto (2017). Collabora con il «Corriere della Sera» e «Il Messaggero».

Pubblicato da

Ultimi articoli

12 idee per creare Instagram Stories

Il LinkedIn Top Post di oggi è di Francesco La Starza e devia un po'…

11 Agosto 2022

Meloni: “consegnato il fascismo alla storia”

"La destra italiana ha consegnato il fascismo alla storia da decenni ormai, condannando senza ambiguità…

11 Agosto 2022

Domandare è lecito, non rispondere invenduto

Il LinkedIn Top Post di oggi è di Antonella Brogi e ci invita a riflettere…

10 Agosto 2022

Elezioni: Calenda – Renzi accordo in vista

Accordo sempre più vicino tra Calenda e Renzi. Ieri i due si sono sentiti ripetutamente,…

10 Agosto 2022

Voto giovanile? Poco più di un terzo del corpo elettorale… Bisogna andare a votare!

Si parla tanto di voto giovanile, ma poche sono le proposte che li riguardano, perchè?…

9 Agosto 2022

La frase subdola: “E’ contro il mio/nostro interesse ma…”

L'ho pronunciata anch'io in alcune situazioni ma quando me la sono sentita dire ho capito…

9 Agosto 2022