Network

Aziende e linguaggio: perchè è così importante educare?

Chi avrà scritto quelle frasi sessiste?
Tu forse no.
E se fosse stato il tuo collega?
E se fosse stato il tuo responsabile?
E se fosse stato il candidato che stai selezionando?
E se fosse stato il collega dell’ufficio vicino al tuo?
E se fosse stata la persona con cui pranzi in mensa?

Non lo sappiamo ma qualcuno li ha scritti, questo è un dato di fatto.
Così come è un dato di fatto che nella tua cerchia possono esserci persone sessiste, omofobe, misogine, razziste, classiste ecc…

Perché questi fenomeni esistono, e sono espressione di una cultura che non è ancora riuscita a sostituire con il rispetto e la compassione comportamenti violenti e discriminatori.

La Gazzetta ha deciso di non oscurare i commenti sessisti proprio per rendere evidente una piaga e una delle forme più diffuse ma tollerate di violenza (non l’unica).

Non so se sia vero (l’ho letto nel loro post su fb e voglio crederci) quello che so è che il sessismo è un realtà, è sistematico, è sistemico e strutturale, è radicato e viene tollerato dalla maggior parte delle persone.

Da qualcuno viene negato, da qualcuno addirittura giustificato.
E poi c’è chi ride, perché sono solo battute… e invece è violenza e se ridi non stai facendo niente per eliminarla, anzi, il contrario.

Perché chiariamoci: il sessismo non è goliardia, il sessismo ha come scopo la sottomissione / esclusione / marginalizzazione di una categoria di persone (nello specifico le donne ma in modo più vasto tutto ciò che viene considerato femminile a fronte di una superiorità del maschile) e il linguaggio sessista è una delle sue espressioni.

Non sono battute.
Non fanno ridere.
Non è per scherzare.

E forse le aziende dovrebbero interrogarsi seriamente sull’importanza del linguaggio e, nell’ambito della Responsabilità Sociale di cui si fregiano, attivarsi per portare un po’ di educazione su questi temi che sono alla base della convivenza e soprattutto della cultura di una comunità.

Condividi
Roberta Zantedeschi

Ex recruiter, oggi Roberta è una HR Business Writer e formatrice sui temi della comunicazione efficace dedicata al mondo HR e in particolare a employer e personal branding, employee advocacy e comunicazione interna. LinkedIn Top Voices 2020 e creatrice di contenuti on line.

Pubblicato da
Tag: linguaggio

Ultimi articoli

Le origini del machismo: tra branding, advertising e molto altro

Il machismo è una delle balle più colossali della storia dell'umanità e ho uno scoop…

20 Maggio 2024

La fine della viralità e la forza delle nicchie

Il LinkedIn Top Post di oggi è di Giampaolo Colletti e ci porta ad una…

20 Maggio 2024

The slight edge

Il dolore del rimpianto è molto più grande di quello della disciplina. The slight edge,…

20 Maggio 2024

Lavorare è collaborare

"Lavorare è collaborare" è il titolo e l'argomento del nuovo libro di Sebastiano Zanolli. Partirei…

20 Maggio 2024

Il potere di adesso

Eckhart Tolle una notte nel mezzo di una depressione e di un periodo difficile comprende…

23 Aprile 2024

Viva la giornata mondiale del libro!

Oggi 23 APRILE si celebra la 𝙂𝙄𝙊𝙍𝙉𝘼𝙏𝘼 𝙈𝙊𝙉𝘿𝙄𝘼𝙇𝙀 𝘿𝙀𝙇 𝙇𝙄𝘽𝙍𝙊 𝙀 𝘿𝙀𝙇 𝘿𝙄𝙍𝙄𝙏𝙏𝙊 𝘿❜𝘼𝙐𝙏𝙊𝙍𝙀 che…

23 Aprile 2024