Network

Due visioni di mondo: “Siamo ciò che sappiamo” vs “Siamo ciò che possediamo”

Siamo ciò che sappiamo” è il payoff di questo giornale, che è spazio di pensiero condiviso, in cui ognuno offre il proprio contributo per accrescere il sapere altrui.

Siamo certi che la condivisione di sapere arricchisce tutti e che, in fin dei conti, ognuno di noi è ciò che sa.

Chi collabora con il giornale condivide prima di tutto un’idea di mondo (nomen omen). L’idea che donare qualcosa che si possiede (che sia la propria conoscenza, professionalità, competenza, o gli strumenti di lavoro utilizzati) non “impoverisce”.

Ma, c’è un ma…

Questa idea si scontra con quella di chi si lascia abbindolare dall’avere più che dall’essere. Con quella di chi trasferisce la propria identità in ciò che ha (un bel lavoro, una bella casa, una bella macchina, vestiti firmati, l’ultimo smartphone…) arrivando ad essere ciò che possiede.

Chi vive in questo modo va incontro ad un paradosso: più cose accumula meno sarà libero.

“Se la paura è sempre paura di perdere qualcosa, allora il coraggio è la capacità di mettere in pericolo i propri averi, i propri affetti, le proprie idee per conseguire qualcosa di più importante […] Perdiamo noi stessi per non perdere i nostri avere ed il nostro ruolo” (Salvatore La Porta in “Less is more”).

La paura di perdere i propri averi rende timorosi. L’essere timorosi toglie coraggio e la mancanza di coraggio fa chinare la testa, costringendo a voltarsi dall’altra parte, perdendo contatto con la nostra vera identità.

Quanti giornalisti non “rischiano” di fare domande scomode al potente di turno per paura di non avere la prossima intervista in esclusiva?

Quanti consulenti non “rischiano” di contraddire il cliente per paura di perdere il contratto?

Quanti imprenditori non “rischiano” di aprirsi al futuro, perché “si è sempre fatto così ed ha sempre funzionato”?

Possedere cose è bello, essere ricchi e famosi è bellissimo (credo… quando lo sarò vi darò conferma), ma si può esserlo anche in modo coraggioso.

Condividendo sapere.

Condividi
Alessandro Angelelli

Innovation Analysis & Marketing Manager | Direttore di Moondo | Ti supporto nell'implementare l'innovazione digitale in azienda.

Ultimi articoli

La via del guerriero di pace

Nel mezzo del campus universitario di Barclay in California scorre la vita di Dan Millman,…

12 Aprile 2024

22 Aprile: incontro con Zanolli e La Barbera – Invia la tua domanda!

Lunedì 22 aprile ore 18.30 avrò il piacere e l'onere/onore di intervistare Sebastiano Zanolli e…

12 Aprile 2024

Aziende e linguaggio: perchè è così importante educare?

Chi avrà scritto quelle frasi sessiste?Tu forse no.E se fosse stato il tuo collega?E se…

12 Aprile 2024

Generiamo valore invece che stereotipi e pregiudizi

Il LinkedIn Top Post di oggi è di Simona Ruffino e ci parla di “social…

12 Aprile 2024

Il caldo è alle porte: come preparare al meglio la tua auto?

La bella stagione è ormai in arrivo. Che tu abbia in programma una vacanza o,…

5 Aprile 2024

“Star and Stones” a Certaldo: Vincenzo Marsiglia illumina il borgo medievale con la sua visione contemporanea

Nella pittoresca Certaldo, cuore della Toscana e luogo natio di Giovanni Boccaccio, si prepara a…

12 Marzo 2024