Network

Il caldo è alle porte: come preparare al meglio la tua auto?

La bella stagione è ormai in arrivo. Che tu abbia in programma una vacanza o, semplicemente, non vedi l’ora di goderti il meritato relax, manca poco! Lo stesso vale per la tua auto che, con il caldo, richiede una manutenzione specifica. Un po’ come avviene per il cambio di stagione degli armadi: anche la nostra vettura si aspetta qualche attenzione in più.

Se l’idea di mettere mano alla tua auto ti spaventa, soprattutto per gli eventuali costi, abbiamo una buona notizia: prevenire è meglio che curare, e questo vale anche per l’auto. Ecco quindi una guida rapida su come affrontare la stagione del sole e del caldo, facendo affidamento su un veicolo sicuro.

1. Il controllo degli pneumatici

Che tipo di pneumatici hai montato sulla tua auto? Se finora hai optato per il modello invernale, è ora di fare il cambio: l’utilizzo di gomme auto estive non è solo fondamentale per la sicurezza alla guida e la durata degli pneumatici stessi, ma è anche obbligatorio per legge.

Un altro controllo importante relativo agli pneumatici è il livello della pressione. Con il caldo infatti la pressione delle gomme aumenta, grazie al potere dilatatorio delle alte temperature. Accertati quindi che la pressione degli pneumatici sia corretta, dato che nel caso sia eccessiva, potrebbe verificarsi una rottura della gomma e il rischio di andare fuori strada.

Inoltre, ricordati di invertire gli pneumatici anteriori con quelli posteriori per una migliore performance dell’auto e dell’adattabilità.

2. Verifica il livello dei fluidi

Il livello dei fluidi di un’auto andrebbe verificato con cura in ogni periodo dell’anno, ma prima dell’estate dovresti controllare con attenzione i livelli dei liquidi di raffreddamento. Il motivo è semplice: con le alte temperature, è più facile che il motore si surriscaldi, con tutte le conseguenze negative che ne possono derivare.

Ti ricordiamo infatti che la mancata manutenzione del liquido di raffreddamento, un’operazione che richiede pochi euro e poco tempo può compromettere il funzionamento del motore e, in alcuni casi, anche danneggiare la testata, nella parte della guarnizione. Nell’utilizzo dei fluidi, è fondamentale selezionare solo i fluidi indicati nel manuale dell’auto: diversamente, potresti arrecare gravi danni al sistema.

3. Aria condizionata

L’aria condizionata è la tipica funzione che inaugura la stagione calda. Dopo un periodo in cui il condizionatore ha erogato solo aria calda, di regola segue un periodo di fermo totale prima di attivare l’aria fredda. A questo punto, potrebbero verificarsi delle sorprese poco piacevoli, in primis il mancato funzionamento dell’aria condizionata.

Diversi sono i motivi che possono esserci dietro, tra cui la necessità di ricaricare il liquido refrigerante o di ricarica da parte di un meccanico. Per evitare di dover viaggiare in un abitacolo bollente e di rivolgersi al primo professionista disponibile (che spesso è anche il più caro), verifica per tempo di essere pronto per i primi caldi.

Ricorda anche di verificare lo stato dei filtri e di sostituirli. In questo caso, è più la tua salute rispetto a quella dell’auto a beneficiarne. Oltre a mal di gola e raffreddore, nei casi più gravi i filtri sporchi possono provocare anche dolori addominali e nausea.

4. Tergicristalli

I tergicristalli sono un supporto chiave in condizioni di maltempo, che viene utilizzato in particolar modo d’inverno. Pioggia, neve, ghiaccio e un uso intensivo possono però deteriorare questo accessorio abbastanza delicato, dato che rimane esposto alle intemperie ed è realizzato, in parte, con materiali morbidi.

Per evitare di ritrovarti durante un tipico temporale estivo senza dei tergicristalli che riescano a garantire una buona visibilità, verifica il loro stato e, se necessario, sostituisci le spazzole.

5. Adatta le tue abitudini stradali

D’estate ci muoviamo tutti di più. Complici il bel tempo, le ferie e la voglia di spostarsi, anche le strade e il traffico risultano più congestionati, soprattutto su determinati percorsi. Invece di percorrere la solita strada per andare al lavoro o verso le mete del weekend, prova a verificare la presenza di percorsi alternativi.

A beneficiarne sarà non solo il minor livello di stress e il guadagno di tempo, ma anche la tua auto. Freni, frizione, ammortizzatori e sospensioni sono le componenti auto più sotto sforzo in condizioni di traffico: un’usura che incide non solo sulle prestazioni generali dell’auto, ma anche sul tuo portafoglio.

Oltre a queste indicazioni specifiche per l’estate, vanno ricordati tutti controlli fondamentali per la sicurezza della guida: se vuoi approfondire l’argomento, trovi ulteriori informazioni sul sito web auto-doc.it.

Articolo scritto in collaborazione con AutoDoc.

Condividi
Roberto Mancini

Creativo, curioso, sempre in cerca di qualcosa da fare o realizzare. Amo gli animali, rispetto la natura e adoro stare all'aria aperta. Amo viaggiare e scoprire posti nuovi, culture e usanze nuove. Quando viaggio preferisco perdermi nella città e vivere ed emozionarmi.

Pubblicato da
Tag: auto

Ultimi articoli

Le origini del machismo: tra branding, advertising e molto altro

Il machismo è una delle balle più colossali della storia dell'umanità e ho uno scoop…

20 Maggio 2024

La fine della viralità e la forza delle nicchie

Il LinkedIn Top Post di oggi è di Giampaolo Colletti e ci porta ad una…

20 Maggio 2024

The slight edge

Il dolore del rimpianto è molto più grande di quello della disciplina. The slight edge,…

20 Maggio 2024

Lavorare è collaborare

"Lavorare è collaborare" è il titolo e l'argomento del nuovo libro di Sebastiano Zanolli. Partirei…

20 Maggio 2024

Il potere di adesso

Eckhart Tolle una notte nel mezzo di una depressione e di un periodo difficile comprende…

23 Aprile 2024

Viva la giornata mondiale del libro!

Oggi 23 APRILE si celebra la 𝙂𝙄𝙊𝙍𝙉𝘼𝙏𝘼 𝙈𝙊𝙉𝘿𝙄𝘼𝙇𝙀 𝘿𝙀𝙇 𝙇𝙄𝘽𝙍𝙊 𝙀 𝘿𝙀𝙇 𝘿𝙄𝙍𝙄𝙏𝙏𝙊 𝘿❜𝘼𝙐𝙏𝙊𝙍𝙀 che…

23 Aprile 2024