Taccuino Londinese

Londra: Notizie dal fronte

Londra rimane chiusa. Anzi, se possibile si chiude ancora di più.
Per punire gli influencer e i giramondo delle spiagge di Dubai chi rientra da una lista di 40 paesi a rischio varianti deve fare la quarantena in hotel mediocri scelti dal Governo, a un prezzo fisso di 1750 sterline circa inclusi i tamponi.

E’ una chiara misura per punire coloro che hanno ostentato le spiagge dorate e i bikini di Instagram. Come dar torto agli Inglesi? Intanto Londra è chiusa. Silenziosa. Senza macchine, negozi chiusi, poche persone. Nulla di nuovo, se ne è parlato mille volte.

Ma se si paragona la Londra stile “primo lockdown italiano” con le città italiane a colori arlecchino ma dove la vita è tornata a una normalità superiore esalta certamente le differenze. Anche nei numeri. Che sembrano eguali ma non lo sono.

13 febbraio. Inghilterra: 10.972 nuovi casi; 258 morti; -31% sulla settimana precedente.

13 febbraio. Italia: 11.088 nuovi casi; 221 morti; condizioni stabili.

Inghilterra: 15 milioni di vaccinati al 14 febbraio. Il 90% delle 4 categorie più a rischio. Dal 15 febbraio si vaccinano gli over 65. Tutti. Entro metà Aprile. Un solo portale di prenotazione per il Regno; funzionante, consultabile, veloce.

Italia: 2 milioni di vaccinati. Forse. Categorie, non si sa bene. Qualche parente ben piazzato sicuramente. 20 Regioni, potenzialmente 25 portali di prenotazione. Funzionanti? Mah.

L’Inghilterra si prepara a riaprire gradualmente dal 1° di Aprile, senza pesce. E per Maggio punta a una totale riapertura degli esercizi commerciali, pub, ristoranti.

L’Italia vede annunciare un nuovo lockdown totale. Niente sci (sic).

Draghi ha correttamente parlato di un avanzato piano vaccinale.
Ma riuscirà un uomo solo a superare la nostra idiosincrasia organizzativa?

Non credo possiamo sbagliare. Il rischio di non vaccinare non è il terzo lockdown, ma il quarto a settembre. E sarebbe criminale oltre che fatale dal punto di vista economico.

Anche l’Inghilterra sbaglia. I vaccinati non hanno nemmeno un certificato, e gli toccano le stesse trafile e le stesse regole dei non vaccinati. Per paura; per non creare due classi di cittadini nel paese più classista del mondo. Ma almeno si sopporta con pazienza.

In Italia quanta vera pazienza è rimasta? Quanta luna di miele per Mario Draghi?

Condividi
Carlo Arturo Garuzzo

Carlo è fondatore e Presidente del Gruppo Energetico flyRen Energy Group, multinazionale tascabile dedita allo sviluppo, investimento e asset management nel campo delle energie rinnovabili. www.flyren.eu flyRen sviluppa, investe e fornisce consulenze a diverse Utilities italiane e straniere e a fondi Istituzionali che operano nel settore fotovoltaico. flyRen è attiva in Italia, Moldavia, Turchia e Regno Unito. Carlo Garuzzo ha un BA (Hins) in Studi Internazionali di Business conseguito alla European Business School in London ed ha conseguito presso la London Business School, il Corporate Finance Modular Program and Financial Seminar for Senior Managers. Dal 2019 è Console Onorario per la Repubblica di Moldavia per Torino e Piemonte, e si fregia di essere il Presidente del Club Torino of London, club che riunisce le imprenditorialità e professioni torinesi che vivono a Londra. Carlo è un socio del Club degli Investitori dedito a supportare start up Italiane ed è un mentor per giovani imprenditori in Techitalia Lab a Londra. Sposato, due figli, Carlo divide la sua vita fra Londra e Torino e parla correntemente Italiano, Francese e Inglese, con conoscenze avanzate di Spagnolo e Tedesco. Carlo, insieme ai suoi genitori Rosalba e Giorgio, sono mecenati che hanno creato oramai quindici anni fa l’organizzazione senza scopo di lucro “Istituto Garuzzo per le Arti Visive” (IGAV) www.igav-art.org , attivo in tutto il mondo per supportare i giovani artisti contemporanei Italiani.

Ultimi articoli

Le origini del machismo: tra branding, advertising e molto altro

Il machismo è una delle balle più colossali della storia dell'umanità e ho uno scoop…

20 Maggio 2024

La fine della viralità e la forza delle nicchie

Il LinkedIn Top Post di oggi è di Giampaolo Colletti e ci porta ad una…

20 Maggio 2024

The slight edge

Il dolore del rimpianto è molto più grande di quello della disciplina. The slight edge,…

20 Maggio 2024

Lavorare è collaborare

"Lavorare è collaborare" è il titolo e l'argomento del nuovo libro di Sebastiano Zanolli. Partirei…

20 Maggio 2024

Il potere di adesso

Eckhart Tolle una notte nel mezzo di una depressione e di un periodo difficile comprende…

23 Aprile 2024

Viva la giornata mondiale del libro!

Oggi 23 APRILE si celebra la 𝙂𝙄𝙊𝙍𝙉𝘼𝙏𝘼 𝙈𝙊𝙉𝘿𝙄𝘼𝙇𝙀 𝘿𝙀𝙇 𝙇𝙄𝘽𝙍𝙊 𝙀 𝘿𝙀𝙇 𝘿𝙄𝙍𝙄𝙏𝙏𝙊 𝘿❜𝘼𝙐𝙏𝙊𝙍𝙀 che…

23 Aprile 2024