Network

Steroidi anabolizzanti vs cannabis: effetti a lungo termine sui giovani

Sempre più spesso, anche tra i giovani, l’uso di sostanze anabolizzanti cannabis solleva importanti questioni di salute. Entrambe queste sostanze hanno effetti vari effetti sul corpo e sulla mente, specialmente quando vengono utilizzate in età giovanile. Adesso, esaminiamo e confrontiamo gli effetti degli anabolizzanti e della cannabis sui giovani, considerando le implicazioni a medio e lungo termine.

Anabolizzanti: Impatto sullo Sviluppo Fisico

Gli steroidi anabolizzanti, comunemente usati per aumentare la massa muscolare e migliorare le prestazioni fisiche, possono avere effetti profondi sulla salute fisica dei giovani. A breve termine, possono produrre risultati impressionanti ,grazie alla sua qualità di sintetizzare al massimo le proteine,in termini di crescita muscolare, ma a medio e lungo termine possono portare a gravi complicazioni. Tra questi, vi sono problemi cardiaci, danni al fegato, squilibri ormonali, e un aumento del rischio di infertilità. Nei giovani, l’uso di anabolizzanti può anche interrompere il normale sviluppo fisico e portare a una crescita ossea precoce e incompleta,si può dire quindi che l’uso di queste sostanze e’ destinato a professionisti che sono a conoscenza dei rischi,e appunto l ‘uso e’ destinato a scopi esclusivamente agonistici.

Cannabis: Effetti sullo Sviluppo Mentale

La cannabis, spesso definita come droga “leggera”, potrebbe avere effetti più insidiosi a lungo termine, specialmente sullo sviluppo mentale se usata in fase di sviluppo, quindi in adolescenza. L’uso regolare di cannabis durante l’adolescenza è stato collegato a un declino nelle funzioni cognitive, problemi di memoria e attenzione, e in alcuni casi a un aumento del rischio di sviluppare disturbi psicotici, come la schizofrenia. Inoltre, la cannabis, in certi casi, può contribuire a una riduzione della motivazione e dell’interesse in attività quotidiane e accademiche, un fenomeno spesso descritto come la sindrome dell’apatia.

Confronto degli Effetti Socio-Comportamentali

Mentre gli anabolizzanti possono portare a un aumento dell’aggressività e del comportamento impulsivo, noto come “rabbia da steroidi” o “roid rage”, la cannabis tende a produrre un effetto calmante, che può sfociare, anche se raramente, in apatia e disimpegno sociale. Entrambe le sostanze possono influenzare negativamente le relazioni sociali e il comportamento nei giovani. Gli anabolizzanti, attraverso modifiche comportamentali e fisiche, possono influenzare la percezione e le interazioni sociali, mentre è stato dimostrato che la cannabis aumenti la socialità delle persone.

Implicazioni a Lungo Termine per la Salute e il Benessere

A lungo termine, sia gli anabolizzanti che la cannabis presentano rischi significativi per la salute. L’uso prolungato di anabolizzanti porta le persone a condizioni croniche e potenzialmente letali, mentre l’uso della cannabis può avere un impatto duraturo sulle funzioni cognitive e sulla salute mentale. I giovani dovrebbero essere  consapevoli di questi rischi, mentre la società dovrebbe fornire risorse educative e di supporto per prevenire l’abuso di queste sostanze.

In conclusione possiamo dire che il confronto tra gli effetti degli anabolizzanti e della cannabis sui giovani rivela una gamma di rischi per la salute e il benessere. Entrambe le sostanze hanno il potenziale di causare svariati complicazioni, sia fisiche che mentali, soprattutto se utilizzate durante l’adolescenza, cioè un periodo critico per lo sviluppo. La prevenzione e l’educazione giocano un ruolo chiave nel ridurre l’uso e l’abuso di queste sostanze tra i giovani.

Articolo a cura di Ungureanu Alexandru, Campitelli Alessio, Matozzi Danilo, Tablò Alessandro – IIS Midossi Civita Castellana

Condividi
Pubblicato da

Ultimi articoli

Gli autotrasportatori possono nuovamente essere risarciti dal cartello dei camion

Milano, 14/02/2024 – Le aziende operanti nel settore dei trasporti, in crisi in tutta Europa,…

14 Febbraio 2024

Parainfluenza: 3 suggerimenti per ridurre il rischio di contrarre il virus

Durante la stagione invernale, oltre all’influenza, sono molto frequenti anche le sindromi parainfluenzali, delle malattie…

13 Febbraio 2024

Pitch anything: la presentazione perfetta

Esiste un problema di fondo nella comunicazione, il nostro messaggio non viene trasmesso al pubblico…

6 Febbraio 2024

5 libri sull’employer branding

Oggi parliamo di employer branding, una delle attività, una vera e propria disciplina, più strategiche per…

6 Febbraio 2024

Meglio McRobot o McPeople?

Il LinkedIn Top Post di oggi è di Sebastiano Zanolli e ci porta a riflettere…

6 Febbraio 2024

Desertificazione bancaria: dovremmo scegliere casa vicino ad una banca?

In futuro dovremo scegliere una casa in funzione della vicinanza ad una banca? Questa malsana ipotesi mi arriva…

6 Febbraio 2024